Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

La promozione del territorio come opportunità di sviluppo: la Via dei Vestini

A cura di: AA.VV.

Pagine: 119

La pubblicazione raccoglie gli atti del Convegno che si è svolto a L'Aquila lo scorso 5 maggio 2007.
L'occasione del l'evento, promosso dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Abruzzo (MiBAC) e dall'Associazione Civita con la compartecipazione e il patrocinio del Consiglio Regionale dell'Abruzzo, sono stati gli straordinari rinvenimenti archeologici in area Vestina avvenuti durante i lavori dell'ANAS lungo la Strada Statale 17. L'intero itinerario è oggi oggetto di un possibile progetto per la valorizzazione delle aree archeologiche ampiamente distribuite lungo la Via dei Vestini (XI - VI sec. a.C.), dalla Piana di Navelli giù fino a Pescara e all'Adriatico.
A conclusione di un lungo percorso che ha messo al centro del dibattito la visione strategico-economica - condotta da Gianfranco Imperatori, Segretario Generale dell'Associazione Civita - e quella storico-archeologica - a cura di Roberto Di Paola, Direttore Regionale per i Beni Culturali dell'Abruzzo -, senza trascurare l'intervento di amministratori del Governo centrale e locale e dei rappresentanti dei principali enti privati interessati, la sentita sollecitazione di Marini è stata rivolta proprio nella direzione di un lavoro congiunto, che accomuni i vari attori pubblici e privati coinvolti, per la progettazione e la realizzazione di un distretto culturale che potrebbe diventare strumento privilegiato perché una piccola regione, come l'Abruzzo, riesca a fare grandi cose.