Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

I formati della memoria

A cura di: Paolo Galluzzi, Pietro A. Valentino

Editore: Giunti

Pagine: 400

Prezzo: Euro 19,63

Il complesso dei saggi compresi in questo volume converge nel sottolineare che l'introduzione delle nuove tecnologie e la loro sempre più capillare utilizzazione tendono a provocare una trasformazione radicale dei sistemi tradizionali di tutela, gestione e valorizzazione dei beni culturali. Si tratta di mutamenti nei processi di produzione e diffusione della cultura che prefigurano effetti ancora più incisivi di quelli prodotti dall'introduzione della stampa a caratteri mobili oltre mezzo millennio fa, oppure della fotografia nel secolo scorso.
I saggi e le ricerche qui presentati si sforzano di cogliere dall'interno stesso di un processo, per adesso più spontaneo e occasionale che guidato da lucide consapevolezze e da precise scelte programmatiche le direzioni di tendenza, le possibili patologie, le cospicue implicazioni per le politiche di tutela e di valorizzazione e per la stessa funzione e organizzazione dei musei, delle biblioteche, degli archivi, dei siti archeologici, ecc.
Gli autori condividono la convinzione che queste novità rappresentino un'eccezionale occasione per avviare una nuova riflessione sulla missione e sul modo di far funzionare i presìdi dei beni culturali.
Le nuove tecnologie possono infatti contribuire a restituire a musei, biblioteche e archivi quella funzione di centri non solo di conservazione ma anche di produzione e promozione della cultura che sembrano oggi avere smarrita.