Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Distretto Tecnologico Culturale del Lazio: le abbazie della provincia di Frosinone

Periodo dell'attività: 2010 - 2011

Committente: Filas

Civita – in RTI con Engineering Ingegneria Informatica, Università degli Studi di Cassino e CST Ciccarelli - ha vinto il bando di gara, indetto da Filas S.p.A (società dedicata al sostegno dei processi di sviluppo e innovazione del tessuto imprenditoriale della Regione Lazio), per la “progettazione e la realizzazione di interventi integrati di valorizzazione, di migliore e più diffusa fruizione dei Beni Culturali presenti nel Lazio attraverso l’uso di nuove tecnologie”, con specifico riferimento al lotto dedicato a Cassino e alle abbazie del Frusinate. Tali interventi, che verranno attuati in un arco temporale di 18 mesi, consistono in una serie di “rilasci” ad alto contenuto tecnologico, ubicati in particolare nel grande attrattore-“faro” individuato nell’Abbazia di Montecassino, ma capaci di coinvolgere l’intero territorio circostante in un “circolo virtuoso” di promozione e valorizzazione. Il progetto prevede infatti la realizzazione dell’illuminazione artistica del Chiostro del Bramante dell’Abbazia di Montecassino, di un percorso interattivo nella storia e negli spazi dell’Abbazia stessa (fruibile attraverso un’installazione multimediale collocata in loco), di un’altra installazione multimediale – basata su un modello narrativo e di edutainment e sulla formula del “Museo Impossibile” – che renderà disponibili al pubblico significative porzioni del ricco e per lo più inaccessibile patrimonio manoscritto conservato nell’Abbazia (confluendo inoltre in un archivio digitale che sarà disponibile anche on line all’interno di un più ampio portale tematico), di un documentario d’autore dedicato alla storia delle abbazie del Frusinate (anch’esso disponibile on line nel medesimo portale), di un prodotto multimediale e interattivo che, attraverso materiali audio/video, fotografici e testuali, consentirà ai visitatori di programmare “in remoto” e di supportare “in itinere” i propri circuiti di visita nel territorio (sia on line nel portale sia con applicazioni per mobile scaricabili tramite hot spot residenti nell’Abbazia di Montecassino).