Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola

Il 9 marzo a Firenze ha aperto al pubblico la mostra Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola, ospitata nelle sale della Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi.
La mostra, a cura di Fausta Navarro, è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con le Gallerie degli Uffizi e Firenze Musei, ed è stata realizzata con il generoso contributo di Advancing Women Artists Foundation e con la collaborazione del Museo del Tessuto di Prato. A Opera Laboratori Fiorentini – Civita sono stati affidate l’organizzazione e la promozione della mostra.
Alle donne artiste, e in particolare alle donne che coltivarono il loro talento creativo tra le mura conventuali, gli studi hanno dedicato crescente attenzione, specie negli ultimi vent’anni.
Anche la figura di Plautilla Nelli (Firenze 1524-1588), la “prima pittrice fiorentina” le cui opere ai tempi di Giorgio Vasari erano disseminate nei conventi e nelle dimore dei gentiluomini fiorentini, è stata investita dall’impulso dei nuovi studi. Per tale motivo le Gallerie degli Uffizi hanno voluto inaugurare la serie di mostre dedicate alle donne artista con una monografica sulla suora pittrice.
Entrata a quattordici anni nel convento domenicano di Santa Caterina in Cafaggio a Firenze, Plautilla, imbevuta della mistica savonaroliana, fu interprete appassionata della poetica figurativa ispirata al magistero di Girolamo Savonarola nel campo delle arti e al nuovo modello disciplinato di santità femminile della riforma tridentina.
Nel monastero fiorentino ricoprì la carica di priora e fu a capo di una fiorente bottega artistica grazie alla quale numerose consorelle sue discepole contribuirono alla diffusione di immagini sacre, avvalendosi di una tecnica pittorica da vere professioniste. Intesa come parte integrante del lavoro quotidiano delle suore e approvato come regola di tutte le terziarie domenicane, la creazione di immagini sacre era valutata essenzialmente per la loro efficacia devozionale e non certo dal punto di vista dell’originalità dello stile o della composizione. Il gusto “conservatore” nel campo artistico delle suore - e di Plautilla Nelli in particolare - rifletteva la scala dei valori maggiormente stimati, tra cui al sommo grado quelli che rappresentavano la continuità della illustre tradizione artistica domenicana.
Finalmente è giunto il tempo che a Plautilla si dedichi una mostra, il tempo di riscattare la sua memoria storica e le sue opere d’arte spesso, ingiustamente, assegnate a uomini artisti: una mostra questa di Plautilla che apre la serie delle iniziative che le Gallerie degli Uffizi hanno in programma di realizzare ogni anno dedicate all’altra metà del cielo, alle donne che seppero distinguersi anche nel campo delle arti.
Il catalogo Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola e l'omonimo breve video documentario in mostra sono stati realizzati con il contributo della Advancing Women Artists Foundation, che ha anche finanziato il restauro di 5 opere e 2 manoscritti esposti, alcuni dei quali sono di nuova attribuzione.

In occasione dell’inaugurazione della mostra, mercoledì 8 marzo si è tenuta a Firenze la Giornata di studi “Un florilegio di femminili ingegni. Donne artiste e dilettanti nel XVI secolo”, presso la Biblioteca degli Uffizi.

Per ulteriori informazioni sulla mostra: www.gallerieuffizimostre.it
Per il programma dei lavori della Giornata di studi, scarica l'allegato 

Riferimenti

Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola
Firenze, 9 marzo - 4 giugno 2017
Uffizi, Galleria delle Statue e delle Pitture

Allegati