Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

“Il Ministro delle Grandi Opere che disse di no a Mussolini” di D. Crocco

26 Gennaio 2018

Incontri letterari

Araldo di Crollalanza è stato sicuramente il più grande realizzatore di opere pubbliche della storia d’Italia: fondò la società delle strade, guidò la costruzione di autostrade, porti, ferrovie, ponti, dighe, aeroporti, acquedotti e la ricostruzione delle città terremotate, con una speciale attenzione alle esigenze del Sud. Fu celebrato anche per la trasformazione di chilometri di mortifere paludi in terre fertili e città fiorenti. Ma si tenne, per quanto possibile, dietro le quinte, lontano da ogni forma di vanagloria. Seguì Mussolini sin dall’inizio della sua controversa avventura politica ma, quando era necessario, seppe dirgli anche di no. Qualcuno lo definì “un tecnico di destra”, ma quando si presentava per l’elezione del Senato della Repubblica lo votavano anche i comunisti e furono i socialisti a dedicargli il Lungomare della sua Bari. La sua vita politica attraversa l’intero secolo scorso. Ma l’onestà e la dedizione con cui adoperò i soldi pubblici e operò al servizio delle istituzioni possono essere ancora d’esempio.

 

Domenico Crocco è nato a Bari nel 1962. E’ dirigente pubblico e scrittore ed è stato nominato Commendatore nel 2013 dal Presidente della Repubblica pro tempore Giorgio Napolitano. E’ responsabile per gli affari internazionali di Anas SpA e segretario nazionale della Associazione mondiale della Strada. E’ stato direttore generale e capo dipartimento al Ministero Infrastrutture e Trasporti. Ha pubblicato venti volumi tecnici sui lavori pubblici e vari scritti biografici: Padre Pio come Gesù (Roma 2001); Pinuccio. Vita di Giuseppe Tatarella (Roma 2001); Araldo di Crollalanza costruttore di futuro, a cura di M. Roca (Bari 2007) e Il Ministro dell’armonia (Camera dei deputati 2009). Ha collaborato per 7 anni alla Direzione Esteri della RAI curando i testi e la regia del programma, diffuso in tutto il mondo, I grandi bambini, dedicato ai profili biografici dei grandi italiani ritratti nella loro infanzia.

 

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti -  E’ consigliata la prenotazione

Appuntamento: ore 18.00 Associazione Civita- Sala Gianfranco Imperatori (V° piano)

Piazza Venezia, 11 - Roma

  

Prenotazioni e informazioni a promozioneculturale@civita.it