Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

"La pittura del rinascimento a Venezia e nel suo stato da mar”

24 Ottobre 2017

Incontri letterari

24 Ottobre 2017

La Giornata di Studi si propone di introdurre il vasto ed attento pubblico romano alla pittura veneziana del rinascimento, un fenomeno  di eccezionale portata e complessità per gli aspetti tecnici, per  le implicazioni iconologiche e per  la capacità di riflettere l’autonomia politica e morale  della Serenissima rispetto alle grandi potenze europee ed alla Chiesa.

L’originalità dei maestri che hanno operato sotto l’egida della Repubblica di San Marco, sperimentando forme, contenuti e tecniche in un continuo confronto con le coeve scuole del rinascimento italiano e d’oltralpe  pur mantenendo vivo il legame con l’eredità bizantina, ha profondamente inciso sulla  cultura artistica delle due sponde adriatiche. Si tratta di un tema indubbiamente vastissimo, tuttora oggetto di ricerca ed approfondimento da parte degli specialisti del settore. Durante l'incontro i relatori esamineranno alcuni aspetti della storia e dell'arte veneziana e proporranno aggiornamenti attributivi e critici, allargando lo sguardo ai diversi territori che, dall'Adriatico al Mediterraneo orientale, componevano, secondo la definizione quattrocentesca, lo stato da mar, cioè l’impero marittimo di Venezia.

Relatori e Interventi

Visnja Bralić  presenta alcune miniature risalenti alla seconda metà del Quattrocento, riconducibili alla mano del Maestro di Pico.

Enrico Malizia, che in ambito letterario ha avanzato la suggestiva ipotesi di un viaggio di Bosch a Venezia, esamina i trittici del Maestro fiammingo pervenuti e tuttora conservati nelle Gallerie dell’Accademia.

Marco Bussagli  intraprende una nuova lettura di alcuni capolavori del grande Tiziano, in relazione alle valenze simboliche che la costruzione prospettica può sottendere.

Maria Grazia Chiappori  esamina alcuni aspetti relativi alla diffusione dell’arte pittorica veneziana nei centri istriani e dalmati.

Monica Grasso propone un vero e proprio “caso iconologico” riferito alla figura di San Sebastiano nella produzione pittorica veneziana.

Emilio Spedicato ricostruisce, sulla base delle testimonianze evangeliche, la realtà storica di Maria Maddalena, figura ricorrente – pur con accenti interpretativi diversi - nell’iconografia veneziana.

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti -  E’ consigliata la prenotazione

Appuntamento: ore 16.30 Associazione Civita- Sala Gianfranco Imperatori (V° piano)

Piazza Venezia, 11 - Roma

 

Prenotazioni e informazioni a promozioneculturale@civita.it