Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Via Emilia e dintorni. Percorsi archeologici lungo l’antica consolare romana

A cura di: AA. VV

Pagine: 199

La pubblicazione Via Emilia e dintorni. Percorsi archeologici lungo l’antica consolare romana è stata realizzata nell’ambito di un progetto che, attraverso la definizione di veri e propri itinerari turistici “a tema” sulle tracce della via Emilia, affida all’antica consolare una nuova centralità e nuove valenze economiche, sociali e culturali che presuppongono la partecipazione di tutti gli attori del territorio.
L’intera iniziativa, che ha visto anche la realizzazione del sito Internet  www.viaemiliaedintorni.it, a cura del gruppo Almaviva, e l’organizzazione del Convegno svoltosi a Rimini lo scorso 24 novembre e in occasione del quale sono stati presentati i due prodotti, è stata promossa dall’Associazione Civita con il sostegno di otto Fondazioni bancarie dell’Emilia Romagna (Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Parma e Monte di Credito su Pegno di Busseto, Fondazione Cassa di Risparmio di Reggio Emilia Pietro Manodori, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione di Piacenza e Vigevano), con l’intento di offrire un'occasione di approfondimento e confronto e favorire la diffusione di nuovi itinerari culturali, ponendo le basi per la creazione di una vera e propria “rete archeologica del territorio”.
La pubblicazione è suddivisa in due principali sezioni tematiche. Dopo le premesse istituzionali e un’introduzione generale di Franco Cardini sul concetto di “strada”, la prima sezione è dedicata ad approfondire l’evoluzione storica e del paesaggio e il valore archeologico del territorio attraverso i contributi di Giovanni Brizzi, Franco Farinelli e Jacopo Ortalli, studiosi che da anni dedicano la loro attività di ricerca al territorio lungo l’antica consolare.
La seconda sezione entra nel vivo dell’opportunità di promozione in chiave turistica del patrimonio archeologico e, partendo dalle riflessioni del Soprintendente Luigi Malnati sui temi della ricerca, tutela e valorizzazione, attraverso un approfondimento sulle modalità di progettazione di una “rete archeologica” e un’attività di ricerca, studio e sopralluoghi per individuare precisi percorsi archeologici, presenta sette proposte di itinerari realizzati da Civita in collaborazione con Fabrizio Ardito, scrittore, giornalista e fotografo.
Partendo dalla via Emilia, i 7 itinerari attraversano le province del territorio percorrendo pianure costiere e colline segnate da rocche e castelli, ripidi torrenti appenninici e dolci città pianeggianti, crinali di montagna e la grande pianura, segnata da mille tracce del passato: da Rimini e le colline dell’Adriatico, alle valli romagnole e Ravenna, a Bologna, al Modenese, a Reggio Emilia e i dintorni del Po, a Parma fino a Piacenza e le sue valli.
Essi rappresentano spunti e suggerimenti per passeggiate di un giorno o soggiorni di un intero weekend nel corso dei quali conoscere non solo il patrimonio archeologico ma anche i cento musei grandi e piccoli, le pievi e i castelli, e i monumenti superstiti delle città romane che alla nascita della via Emilia devono la loro fondazione o la loro crescita.

Per approfondimenti sul progetto, clicca qui per visualizzare il video realizzato in occasione del Convegno.