Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Su Civita splende un sole asiatico

 
Il borgo medievale di Civita di Bagnoregio è una delle mete italiane più ambite dagli Orientali, in particolare dai turisti cinesi che da soli, come si legge in un articolo de La Repubblica, valgono il 60% del fatturato. Un dato interessante, considerato il boom turistico che l’antico borgo sta riscuotendo negli ultimi anni e che, nel 2017, ha raggiunto ben 850 mila visitatori paganti.
Per venire incontro alle esigenze dei turisti asiatici e ridurre, così, il gap linguistico, negozianti e ristoratori hanno deciso di adottare una segnaletica adeguata; sulle vetrine dei negozi sono affissi cartelli in cinese e giapponese. Lo stesso è stato fatto per i menù dei ristoranti.
A giocare un ruolo-chiave in questa entusiastica scoperta del borgo viterbese da parte dell’Oriente è stato, senz’alto, il film “La città incantata”, pluripremiata pellicola d’animazione del regista giapponese Hayao Miyazaki, ambientato in un’isola sospesa nel cielo, una città-castello che viaggia nascosta dalle nuvole che ricorda la suggestiva atmosfera che si respira a Civita nelle giornate di nebbia, in cui il borgo sembra fluttuare come per incanto.
Nella ricorrenza del proprio trentennale, l’Associazione Civita non può che guardare con soddisfazione ed orgoglio gli importanti traguardi raggiunti, negli anni, dall’antico borgo da cui trae le proprie origini. Un successo più che meritato per uno dei luoghi più suggestivi del nostro Paese, la cui bellezza è, ad oggi, sotto i riflettori del turismo internazionale.