Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Bellezza che vive. Stati generali del volontariato culturale

"Bellezza che vive. Stati Generali del Volontariato Culturale" è il nome del convegno che Accenture, attraverso la sua Fondazione, promuove insieme al mensile non-profit Vita, e che si terrà il prossimo 3 dicembre alla Villa Reale di Milano a partire dalle ore 14:30.
In preparazione alla giornata internazionale del volontariato, il convegno vuole essere un momento di incontro per valorizzare il rapporto tra beni culturali e Terzo Settore.
La Fondazione Italiana Accenture, inoltre, approfitterà per lanciare un'iniziativa innovativa e concreta per valorizzare il patrimonio artistico del nostro Paese, creando occupazione sociale e sostenibile: un concorso nazionale che avrà l’obiettivo di raccogliere proposte per l’ideazione, la realizzazione e la gestione di servizi e prodotti che promuovano il settore dell’arte e creino nuovi posti di lavori, soprattutto per le nuove generazioni.
Dal canto suo, Accenture metterà a disposizione parte delle risorse che saranno destinate alla realizzazione dell’idea vincitrice del concorso e attività pro bono per supportare i primi cinque classificati nella preparazione dei business plan, con l’obiettivo di facilitarli nella ricerca di possibili finanziatori per poter realizzare le loro proposte.
La scelta di focalizzare il concorso sull’arte, nasce dalla considerazione che il patrimonio nazionale italiano in questo settore costituisce un vantaggio competitivo molto forte sia in termini oggettivi, sia in quanto valore effettivamente riconosciuto a livello internazionale.
A questo si aggiunge il fatto che il patrimonio artistico italiano appare evidentemente ad alto potenziale per la generazione di servizi economicamente sostenibili, in quanto può mettere in movimento una gran quantità di filiere, dall’industria turistica di qualità nel suo complesso, alle produzioni artigiane, fino all’edilizia di riqualificazione, solo per citare alcuni esempi.
Senza dimenticare che il mondo della gestione del patrimonio artistico e dei servizi a esso correlati vede già una forte presenza di organizzazioni del terzo settore ed è quindi un ottimo terreno per favorire processi di consolidamento e sinergie tra operatori, maggiore utilizzo di competenze gestionali e maggiore leva sulle tecnologie avanzate.
Il convegno sarà aperto da Lorenzo Ornaghi, Ministro per Beni e le Attività Culturali, Stefano Boeri, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Riccardo Bonacina, Presidente di Vita non profit e Diego Visconti, Presidente Fondazione Italiana Accenture. Poi sarà il turno di Pierluigi Sacco, Docente di Economia della Cultura all’Università Iulm, che farà una relazione sullo stato del Volontariato culturale in Italia. Anna Maria Buzzi, Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale (Mibac), analizzerà il rapporto tra il Ministero che rappresenta con le associazioni, soffermandosi sulle sfide per il futuro. La parola passerà di nuovo a Diego Visconti, che presenterà il nuovo concorso promosso dalla Fondazione Italiana Accenture.
Prenderanno parte anche le maggiori associazioni che promuovono il volontariato culturale con i rispettivi presidenti che si confronteranno in una tavola rotonda: Ilaria Borletti Buitoni del FAI, Franco Iseppi del Touring Club Italia, Marco Parini di Italia Nostra, la Fondazione CittàItalia con Ledo Prato e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia con Fiorenzo Galli.
L’incontro si chiuderà con alcuni protagonisti di best practice, che presenteranno esperienze e numeri delle loro attività. Sarà infine possibile visitare eccezionalmente le sale della collezione Grassi, al secondo piano di Villa Reale, che ospitano i capolavori di Van Gogh, Manet e Toulouse-Lautrec.
L’iniziativa prevede inoltre una mostra fotografica “Bellezza che vive. Volontari per la cultura in azione” realizzata in partnership con Shoot4change, un’esposizione in via Dante a Milano dal 1 al 16 dicembre che testimonia l’azione dei volontari e del loro impegno concreto.