Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Florens 2012

“Florens 2012 Biennale Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali” è la manifestazione promossa dalla Fondazione Florens con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Banca CR Firenze, Ente Cassa di Risparmio di Firenze e altri attori economici del territorio che, giunta alla sua seconda edizione, è stata ospitata a Firenze dal 3 all’11 novembre 2012.
Florens 2012 si è proposta come piattaforma di dialogo per le organizzazioni e gli attori dell’economia dei beni culturali convinti che prospettive durature di crescita debbano essere saldamente fondate sul rilancio della cultura.
L’appuntamento ha chiamato quindi a raccolta soggetti pubblici e privati per elaborare idee e proposte innovative in una logica di scambio produttivo tra le varie esperienze, focalizzandosi sulla centralità della produzione culturale, sul legame con il territorio, sul valore delle tradizioni da reinterpretare e rinnovare, sul tema dell’identità, sulla necessità di tutelare il paesaggio rurale e urbano e sullo sviluppo delle innovazioni tecnologiche come strumento per migliorare gli stili di vita.
La settimana, sotto la direzione artistica di Davide Rampello, ha avuto in programma oltre 40 tra convegni e tavole rotonde, 7 lectio magistralis, mostre, opere d’arte, installazioni, aperitivi culturali e appuntamenti musicali rivolti agli addetti ai lavori e al pubblico generico.
Oltre 350 i relatori previsti provenienti da tutto il mondo e rappresentanti di istituzioni culturali nazionali e internazionali. L’intera città di Firenze è stata coinvolta: dai luoghi del sacro (Cattedrale, Battistero) a quelli delle istituzioni civiche (Palazzo Vecchio) dalle piazze (Piazza Santa Croce, Piazza San Giovanni) ai musei. Palazzo Vecchio ha ospitato il “2° Forum Internazionale dei Beni Culturali ed Ambientali”, sotto la direzione culturale di Mauro Agnoletti, Andrea Carandini e Walter Santagata. Relatori italiani e internazionali si sono confrontati su tre temi cardine: conservazione e valorizzazione dei beni culturali, il paesaggio come nuovo paradigma per la conservazione dell'ambiente e per la competitività del territorio, atmosfere creative: territorio e produzione di cultura.