Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Gallerie d’Italia e Piccolo Teatro di Milano per il progetto “I sensi del bello”

L’Arte incontra il Teatro, la bellezza della figura trova espressione nella parola: questo lo spirito del progetto “I Sensi del Bello. Bellezza e tensione”, quattro percorsi che, da aprile a luglio 2014, vedono attrici e attori del Piccolo Teatro di Milano impegnati ad accompagnare il pubblico alla scoperta delle preziose opere delle Gallerie d’Italia. Gli incontri intendono raccontare lo straordinario patrimonio artistico e culturale della città di Milano attraverso un’esperienza innovativa che rende originale e interattivo il rapporto attore/spettatore.
Il progetto, a cura di Marco Rampoldi, è stato realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo che ancora una volta si propone quale partner attivo nel sostenere la diffusione dell’arte e della cultura.
Dopo “Alba e tramonto di una civiltà” il primo incontro che ha offerto uno spunto di riflessione sull’identità della società occidentale e il secondo che ha invece dato voce agli “Anni rivoluzionari”, a cavallo fra i ‘Sessanta’ e ‘Settanta’ del ’900, tra tensioni sociali e sperimentazioni nelle arti figurative e nel teatro, giovedì 5 giugno sarà la volta di “Milano 1947” una testimonianza di come la città, nell’immediato dopoguerra, sia diventata il fulcro di un fermento dinamico alla base dei nuovi grandi movimenti artistici (a partire da astrattismo e spazialismo).
L’ultimo appuntamento, infine, previsto per giovedì 3 luglio dal titolo “Storie di signore e signorine” offrirà, attraverso figure femminili, un ritratto letterario del periodo ‘800 e ‘900 tracciando, con divertente ironia, il sapore di un’epoca in cui le classi sociali si stanno avvicinando ai grandi cambiamenti.