Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Smart Grid: la nuova rivoluzione dell’energia

Negli ultimi anni l’energia proveniente da fonti rinnovabili come vento e sole ha letteralmente sconvolto il mercato, rivoluzionando attori, equilibri geopolitici, modelli di business e stili di vita.
Secondo l’ultimo World Energy Outlook, nel 2035 l'energia prodotta dalle fonti rinnovabili supererà quella prodotta dalle fonti fossili.
Una vera e propria rivoluzione tecnologica, economica e sociale, che ha come fondamento l’esigenza di vivere in un mondo più pulito. In questo scenario NEC ha deciso di fare dell’energia un’attività strategica a livello globale grazie al suo know-how nel settore dell’information technology e in quello dei sistemi di accumulo. La nuova rivoluzione dell’energia richiederà infatti alle reti elettriche intelligenza, flessibilità e sicurezza. Si tratta delle caratteristiche delle Smart Grid, le reti intelligenti. Grazie ai sistemi di accumulo - o batterie - e all’intelligenza di internet applicata alle reti elettriche, le Smart Grid renderanno il consumo di energia meno costoso e più razionale. Mentre oggi infatti una quota importante dell’energia rinnovabile non viene utilizzata a causa della sua minor prevedibilità derivante dalle condizioni climatiche, nel futuro le Smart Grid permetteranno l’ottimizzazione delle fonti rinnovabili. Grazie alle batterie si potrà accumulare l’energia in eccesso durante i picchi di produzione – quando c’è molto vento o molto sole – per poi utilizzarla anche in assenza di vento e durante la notte.
Il mercato elettrico vedrà così un nuovo protagonista, il produttore- consumatore di energia, il prosumer: dotato di impianto eolico o fotovoltaico, abbinato a sistemi di accumulo, sarà praticamente autosufficiente. Le Smart Grid permetteranno poi di risparmiare regolando automaticamente l’utilizzo degli elettrodomestici a seconda che sia disponibile l’energia al miglior prezzo.
L’Italia, il secondo produttore mondiale di energia fotovoltaica, è in una posizione privilegiata per agganciare questo nuovo ciclo di sviluppo. Il nostro paese ha una posizione strategica tra Europa e Nord Africa, clima e territorio favorevoli alle rinnovabili, una regolazione avanzata, aziende all’avanguardia come Enel e Terna. E proprio in Italia NEC ha deciso di insediare il proprio centro di eccellenza per le Smart Grid, dove una squadra di giovani ingegneri progetta e sviluppa soluzioni all’avanguardia per cambiare il modo di produrre, gestire e consumare l’energia di domani, continuando la tradizione italiana della ricerca sull’energia. Una storia a ben vedere cominciata il 20 marzo del 1800 quando in una lettera al presidente della Royal Society, Alessandro Volta annunciava alla comunità scientifica l'invenzione della pila, o per usare la sua definizione, “l’organo elettrico artificiale”.