Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Bruno Bordoli. Con Anima

La Fondazione Gruppo Credito Valtellinese ha prodotto e organizzato la mostra antologica “Bruno Bordoli. Con Anima”, dedicata alle opere di Bruno Bordoli, a cura di Daniele Astrologo Abadal e accompagnata da un catalogo edito dalla Fondazione Gruppo Credito Valtellinese, con un testo di Philippe Daverio e un’intervista dei commissari delle esposizioni all’artista.
Dopo la prima tappa a Sondrio, dove è rimasta dal 12 febbraio fino al 29 marzo, farà ora tappa ad Acireale, dal 9 maggio al 13 giugno, presso lo spazio espositivo del Credito Siciliano a Palazzo Costa Grimaldi (piazza Duomo, 12). Infine sarà riallestita a Fano, dal 27 giugno al 31 dicembre, per inaugurare la nuova location espositiva “Spazio XX settembre” (Via Arco d’Augusto 47) di Carifano.
La mostra vuole essere un riassunto, non esaustivo, del grande lavoro pittorico dell’artista il quale, dagli inizi degli anni Sessanta fino ad oggi, ha realizzato – con tecniche pittoriche diverse - oltre 10.000 opere. Esposti a Sondrio i più significativi esempi di collages, carte, disegni e tele.
Di forte impatto, fin dagli esordi, è la forza poetica e intimistica dei lavori di Bruno Bordoli: il suo linguaggio artistico si contrassegna di valori pittorici che lo accompagnano in tutto il suo iter creativo. Il colore espressivo, il segno marcato, la pittura forte, la pennellata sciolta rappresentano un mondo interiore, benché sempre ispirato alla realtà circostante. Per Bordoli il dipinto è luogo e ne consegue che, nella quasi totalità della sua produzione, sono rappresentate figure umane quali archetipi e simboli delle proprie fisicità e interiorità messe a confronto con l’esterno contingente rivisitato nella precarietà della dimensione temporale. La sua formazione artistica si compie al di fuori degli ambienti accademici, a stretto contatto con la propria terra, Porlezza, vero punto di riferimento della sua esistenza, fonte di ispirazione che racchiude il valore archetipale del grembo protettivo e del dialogo con la natura e il paesaggio.
In occasione dell’esordio sondriese della mostra, Bruno Bordoli ha realizzato il grande trittico “Via Lunga”, grandiosa creazione in omaggio al capoluogo valtellinese e alla sua storia. Anche le successive edizioni della mostra - siciliana e marchigiana - sono ulteriormente arricchite da due opere site-specific realizzate dall’artista in omaggio ad Acireale e Fano.
Tutte le informazioni alla pagina www.creval.it