Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

L’opera metropolitana

Mozart a Chioggia, Beethoven a Mirano, Chopin a Jesolo? È possibile, grazie al progetto “L’opera metropolitana”, ideato dalla Fondazione di Venezia e dalla Fondazione Teatro La Fenice; un progetto “a doppia firma” perchè rappresenta uno dei frutti del protocollo d’intesa siglato alla fine del 2012 tra le due fondazioni, nato per dar vita a iniziative congiunte nel campo della valorizzazione del grande patrimonio culturale veneziano.
Fino alla fine di maggio, “L’opera metropolitana” allarga gli orizzonti geografici nei quali il teatro veneziano andrà ad operare, grazie anche al supporto delle quattro Fondazioni di Comunità della provincia di Venezia (Terra d’Acqua a San Donà di Piave, Clodiense a Chioggia, Santo Stefano a Portogruaro e Riviera Miranese nel territorio omonimo) create negli ultimi anni con l’appoggio della Fondazione di Venezia: 8 comuni coinvolti, 13 location individuate, 24 appuntamenti in programma “Quest’iniziativa - spiega Giuliano Segre, presidente della Fondazione di Venezia - parte dal presupposto che sia ormai anacronistico suddividere la realtà territoriale tra centro e periferie, prendendo piuttosto a modello quella Città Metropolitana che è l’orizzonte imminente in cui, a tutti i livelli, dovrà articolarsi la realtà veneziana. La circolazione – delle persone come delle proposte culturali – sta aumentando esponenzialmente. Un teatro come la Fenice, in questo contesto, non può che divenirne il polo propulsivo, esportando la qualità e il prestigio della sua offerta. E la Fondazione di Venezia, che da sempre guarda attivamente al bacino provinciale, non può che essere partner di questo cambiamento di prospettiva. L’auspicio è che l’iniziativa cresca fino a raggiungere, in un futuro prossimo, tutti e 44 comuni del Veneziano”.
Link al progetto:
www.fondazionedivenezia.org/it/attivita/arte-e-cultura/l-opera-metropolitana