Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Caravaggio: la Medusa. Lo splendore degli scudi da parata del Cinquecento

Milano, Museo Bagatti Valsecchi

25 Maggio 2004

A partire dal 26 marzo il Museo Bagatti Valsecchi ospita nelle sue sontuose sale un'importante mostra, raffinata espressione artistica del Cinquecento, promossa dalla Regione Lombardia, in collaborazione con la Maggiore Holding. Per la prima volta a Milano dopo il recente restauro la MEDUSA del Caravaggio, il celebre scudo da parata dipinto proveniente dalla Galleria degli Uffizi, donato alla fine del XVI secolo dal cardinale Francesco Maria del Monte al granduca Ferdinando I de' Medici. Il capolavoro, esposto a Milano soltanto nel 1951 nella mostra curata da Roberto Longhi, costituisce l'opera centrale intorno a cui ruota l'esposizione. Una sezione introduttiva illustrerà al visitatore tramite una rassegna d'esempi eccellenti le diverse tipologie di scudi circolari in uso nel Cinquecento, dal rotellino da pugno per il duello alla spada, al grande brocchiere che formava la parte essenziale della guarnitura del cavaliere, per giungere infine a illustrare i più raffinati scudi da parata, attraverso manufatti in cuoio bulinato, in acciaio sbalzato e cesellato o rotelle dipinte. A fare da corona alla MEDUSA figureranno infine scudi da parata del Cinquecento provenienti da musei nazionali e internazionali accomunati dalla raffigurazione della testa della Gorgone, in un percorso che indaga le ragioni e le implicazioni simboliche che fecero della Medusa uno dei motivi più spesso riproposti sugli scudi e sulle armature del XVI secolo