Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

FORESTA URBANA

Palermo, Piazza Bologni , Palazzo Belmonte Riso

Il 26 Ottobre, nel contesto ufficiale di Palermo Capitale della Cultura 2018, in presenza dell‘Assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana Sebastiano Tusa, del Direttore Generale Sergio Alessandro, del Presidente della Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale, Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele, della Direttrice delPolo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo Valeria Patrizia Li Vigni, inaugura a Palermo Foresta Urbana, a cura di Paolo Falcone.
La mostra è promossa e realizzata dalla Fondazione Cultura e Arte, emanazione della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, in collaborazione con la Città di Palermo, ed è progettata dal Polo Museale d'Arte Moderna e Contemporanea, sedi ospitanti.
Alcuni dei principali protagonisti della scena artistica internazionale sono stati invitati dal curatore Paolo Falcone a esporre grandi opere in situ, collegate tra di loro in maniera tale da creare un percorso e un circuito tra i luoghi espositivi, che interpretino e declinino il concetto di Foresta Urbana, dialogando con le prestigiose sedi di Piazza Bologni, Palazzo Belmonte Riso. 
Il progetto vuole costruire una costellazione di espressioni linguistiche, una foresta di interpretazioni della natura attraverso la visione che oggi gli artisti hanno assunto nel nuovo millennio. 
La selezione degli artisti si è focalizzata su coloro per i quali l’interpretazione della natura e la sua manipolazione hanno fornito elementi compositivi originali nel formulare nuovi codici estetici e di rappresentazione. 
Fra i principali artisti selezionati: Ai Weiwei, Doug Aitken, Francesco De Grandi, Nathalie Djurberg & Hans Berg, Jimmie Durham, Olafur Eliasson, Bill Fontana, Sara Goldschmied & Eleonora Chiari, Carsten Höller, Ann Veronica Janssens, Koo Jeong A, Richard Long, Ernesto Neto, Benedetto Pietromarchi, Tomás Saraceno, Astrid Seme, Conrad Shawcross, Andreas Slominski, Pascale Marthine Tayou, Luca Vitone.
Vedi anche la sala stampa