Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Gaspare Traversi

Napoli, Castel Sant'Elmo

14 Marzo 2004

La mostra dedicata a Gaspare Traversi costituisce un'occasione irripetibile per rivivere le atmosfere del Settecento napoletano e romano. Oltre cento dipinti aiuteranno a ripercorrere le fasi salienti della carriera di questo singolare protagonista della pittura europea, che seppe mettere a fuoco con straordinaria acutezza d'indagine e con sagace ironia abitudini, 'riti', mode e costumi adottati dalle diverse classi sociali da lui ritratte in eleganti scene d'interni. Società, moda e teatro esercitarono un'enorme suggestione sulla produzione artistica del maestro, formatosi a Napoli probabilmente nella cerchia di Francesco Solimena. Nei primi anni della sua attività Traversi si dedicò a una graduale e sistematica revisione della cultura naturalistica del primo Seicento, sull'esempio di Battistello Caracciolo, Jusepe de Ribera e Mattia Preti. A Roma dal 1752, entrò a contatto con un ambiente culturale estremamente vivace, accostandosi presumibilmente anche alle moderne istanze pre-illuministe, tenendosi al passo con le teorie portate avanti negli stessi anni dal pittore William Hogarth e dallo scrittore Jonathan Swift