Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Gaspare Vanvitelli e le origini del vedutismo

Venezia, Museo Correr

18 Maggio 2003

Questa grande mostra, la prima incentrata sul pittore olandese ma naturalizzato italiano Gaspare Vanvitelli (Gaspar Van Wittel, 1652-1736), ha due fondamentali caratteristiche: da un lato presenta per la prima volta al pubblico gli aspetti più importanti della produzione dell'artista, comunemente indicato come il precursore del vedutismo settecentesco, attraverso una ricca selezione di ottanta opere, alcune delle quali mai esposte in precedenza; dall'altro consente un inedito e cruciale confronto tra la sua produzione e quella di due emblematici rappresentanti di questo momento artistico a Venezia: il protovedutista Joseph Heintz e soprattutto il giovane Luca Carlevarijs, di cui sono esposti importanti dipinti e disegni oltre alla straordinaria serie delle incisioni del 1703, primo documento sulla città "reale"