Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Il sogno di Lady Florence Phillips. La Collezione della Johannesburg Art Gallery

Siena, Santa Maria della Scala

Questa mostra di Opera – Civita, promossa dal Comune di Siena, a cura di Simona Bartolena, presenta al Santa Maria della Scala la collezione di capolavori conservata permanentemente alla Galleria d’Arte di Johannesburg. Organizzata in collaborazione con Vidi e con catalogo Skirà, essa si preannuncia come l’esposizione più significativa del 2020 a Siena.
Una selezione di circa sessanta opere, tra olii, acquerelli e grafiche, ripercorrerà oltre un secolo di storia dell’arte internazionale, dalla metà del XIX secolo fino al secondo Novecento, attraverso i suoi maggiori interpreti: Degas, Monet, Cézanne, Van Gogh, Matisse, Modigliani, Turner, Rodin, Moore, Lichtenstein, Derain, Pissarro, Corot, Sargent, Sisley, Bacon, Rossetti, Warhol, Signac, Picasso e molti altri. Aperta al pubblico nel 1910, la Johannesburg Art Gallery è il principale museo d’arte del continente africano.
La mostra presenta una serie inaspettata di capolavori che permettono di percorrere un vero e proprio viaggio nella storia dell’arte del XIX e XX secolo, spaziando dall’Europa agli Stati Uniti, fino al Sudafrica.
Ma la vera protagonista dell’esposizione è Lady Florence Phillips, la fondatrice del museo, figura straordinaria, tutta da scoprire. Le sembianze di questa donna straordinaria sopravvivono in alcune immagini fotografiche e, soprattutto, in alcuni splendidi dipinti. Uno di questi è la tela di Antonio Mancini, che ritrae Florence a 46 anni, da cui prenderà avvio il percorso della mostra.
Vedi anche la sala stampa

gallery