Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Jean Baptiste Wicar.Ritratti della Famiglia Bonaparte

Napoli, Museo Pignatelli

04 Luglio 2004

L'esposizione metterà in risalto due aspetti dell'attività di Wicar: il rapporto dell'artista francese con numerosi esponenti della famiglia Bonaparte, due generazioni tra Impero e Restaurazione e il clima artistico a Napoli negli anni nei quali Wicar fu direttore dell'Accademia di Belle Arti, inoltre, il gusto dell'epoca sarà documentato dalla presenza di numerose testimonianze delle arti decorative, manufatti che Gioacchino Murat fece giungere da Roma per arredare la Reggia.
Saranno esposte circa novanta opere: provengono dall'edizione romana della mostra (al Museo Napoleonico) i dipinti e i disegni che sottolineano il rapporto di Wicar con i Bonaparte: raffinato ritrattista, seppe abbandonare una rappresentazione troppo ufficiale, restituendo naturalezza e umanità ai personaggi ed un'atmosfera più intima e distesa, diversa dal severo cerimoniale di corte. Jean Baptiste Wicar nacque a Lille nel 1762 (morì a Roma nel 1834), fu allievo, a Parigi, di David e accompagnò il maestro a Roma nel 1784; di nuovo a Parigi fu direttore di un dipartimento della Manifattura di Sèvres, imprigionato sotto Robespierre, fu di nuovo in Italia dal 1796. Si trasferì, con Giuseppe Bonaparte, prima a Firenze poi a Napoli dove Bonaparte, su suggerimento di Canova, lo nominò Direttore dell'Accademia di Belle Arti. Nel 1808 ricevette inoltre, da Gioacchino Murat, la nomina a Cavaliere del Regno delle Due Sicilie e aggiunse il titolo alla firma delle sue opere. Sotto la sua direzione, in Accademia, fu introdotto un nuovo regolamento e fu operata una grande trasformazione dell'insegnamento, rimase a Napoli dal 1806 al 1809 e furono anni di grande vivacità culturale; saranno circa trenta le opere esposte relative al periodo: dipinti, disegni e acquerelli degli artisti e degli allievi che ebbero contatti con Wicar, di grande interesse sono l' Autoritratto di Wicar e il disegno di Camillo Guerra Una lezioni in Accademia