Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Maurizio Galimberti. Paesaggio Italia

Venezia, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, Palazzo Franchetti

12 Maggio 2013

Per prenotare clicca qui

Promossa dall’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti il 16 febbraio a Palazzo Franchetti inaugura “Paesaggio Italia”, una grande mostra di Maurizio Galimberti che presenta in più di 150 immagini i suoi scatti più significativi, una sintesi della sua ricerca attraverso la riscoperta e la narrazione del nostro Paese, di alcuni luoghi scelti dall’autore per la loro significatività e da lui stesso eletti a luoghi del cuore continuando e affinando la sua ricerca iniziata già nei primi anni ’90.
Per la prima volta una grande mostra ed un libro documentano l'inedito Grand Tour. “Paesaggio Italia” a cura di Benedetta Donato è una mostra prodotta dalla Casa dei Tre Oci e Civita Tre Venezie, con la collaborazione di GiArt. Il risultato è un lavoro antologico fuori dall'ordinario sul tema del paesaggio italiano, ritratto attraverso tutte le forme espressive sperimentate dall'Instant Artist con le sue Polaroid. Un imponente caleidoscopio di immagini, composto di scatti unici non ripetibili per raccontare i percorsi e le divagazioni di Maurizio Galimberti, che trasfigura lo sguardo attraverso un nuovo mondo, in grado di riportare allo spettatore l'esperienza di trasformazione e rinnovamento maturata dall'artista in questi oltre venti anni di lavoro sul paesaggio. "Un nuovo esordio" così lo definisce Denis Curti, che di lui scrive: " Con questo nuovo e sorprendente “Viaggio in Italia” Maurizio Galimberti prosegue la ricerca fotografica dedicata a luoghi, spazi, paesaggi e orizzonti. Tra le diverse traiettorie possibili, Galimberti cerca l’astrazione, ma deve fare i conti con il senso di appartenenza, con i punti fermi e riconoscibili delle architetture, con il fascino delle piazze, con la forza abbagliante della luce della Puglia, con la patina di commozione della pianura, con l’orgoglio barocco della Sicilia. Con Milano, la sua città. Qui vive e lavora. Per certi tratti il percorso visivo si fa autobiografico e Galimberti non si risparmia. Scatta senza sosta nuovi mosaici e immagini singole. Riporta in luce alcune polaroid scattate negli anni ’90, prova della sua dedizione e fedeltà verso una certa idea di italianità, che sono destinate a restare sullo sfondo: pedine utili a non perdere la strada". Le sue polaroid, grazie alle diverse possibilità compositive sperimentate, diventano scrigno di infinite visioni, che consentono una rilettura ed una riscoperta dei luoghi del nostro paese assolutamente inaspettate. Architetture, città, volti di paesaggio verranno proposti sottoforma di singole polaroid, “mosaici”, ready-made, ovvero di quelle che rappresentano le modalità tecniche e di espressione privilegiate da sempre dall’artista.
Arricchisce la visione del percorso espositivo il catalogo, con oltre 300 opere, che ripercorre tutta la ricerca artistica di Galimberti sul paesaggio. Edito da Marsilio, con testi critici di Benedetta Donato e di Denis Curti, e con contributi del premio Oscar Nicola Piovani, dell’architetto e designer di fama internazionale Michele De Lucchi e del fotografo e Art Director di Ogilvy&Mather Giuseppe Mastromatteo.
Per info: http://www.civitatrevenezie.it/

Uffici stampa:
GiArt - Serafino Rescina: 3355041954; s.rescina@gmail.com

Civita Tre Venezie - Valeria Regazzoni: 3483902070; valeria.regazzoni@gmail.com

Istituto Veneto Scienze Lettere ed Arti - Anna Zemella: 3355426548; annazemella@annazeta.it