Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Mediterraneo. Fotografie di viaggio dal 1850 al 1910

Roma, Museo di Roma - Palazzo Braschi

06 Giugno 2004

Tipologia:mostre

Robert Macpherson, Giorgio Sommer, James Robertson, Celestino Degoix. Sono solo alcuni tra i più grandi maestri dell'epoca le cui fotografie, prodotte nella seconda metà dell'Ottocento e primi anni del Novecento, saranno esposte per due mesi al Museo di Roma in Palazzo Braschi, dal 7 aprile al 6 giugno prossimi, in una mostra, all'interno del Festival Internazionale della Fotografia, che affronta l'affascinante tema del viaggio. Infatti, dal 1850 in poi, la fotografia aggiunse alla magia della scoperta di luoghi stranieri, la possibilità di riprodurne un ricordo fedele, molto meno idealizzato di quello rappresentato nelle tradizionali gouaches, incisioni o disegni delle epoche precedenti. Non per questo tali immagini vengono meno al gusto estetico del viaggiatore ottocentesco ed alla ricerca del "pittoresco" che i fotografi dell' epoca, educati alle tematiche pittoriche, ben conoscevano. Perché "Mediterraneo"? Perché è una mostra che, dal sud della Francia e attraversando l'Italia, la Spagna, la Grecia, la Turchia e l'Africa settentrionale, ci fa rivivere le atmosfere dei paesi affacciati sul Mediterraneo scoprendo paesaggi ed architetture oggi diversi o cambiati. Un percorso, nella splendida cornice di Palazzo Braschi, attraverso le vedute di Venezia, le rovine di Pompei, i paesaggi del Bosforo, l'Alhambra di Granata o la Tunisia ripresa da Ludovico Tuminiello durante la spedizione organizzata dal marchese Orazio Antinori. Tutte le fotografie sono originali stampe all'albumina, carte salate e gelatine bromuro d'argento e provengono dalla Fondazione Italiana per la Fotografia di Torino e dall'Archivio Fotografico Comunale di Roma