Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Mutamenti

Napoli, Castel Sant'Elmo

11 Gennaio 2007

Giovedì 21 dicembre, è stata inaugurata, a Castel Sant'Elmo, la mostra "Mutamenti" della giovane artista Monica Biancardi. Ventisette fotografie di grande formato e tre video con immagini in dissolvenza compongono il progetto dell'artista napoletana: attraverso l'analisi dei tre mondi naturali: animale, vegetale e minerale, racconta l'evolversi e il divenire della società. Le tre sequenze di immagini individuano, con l'uso sapiente e studiato del mezzo fotografico, una sorta di percorso che parte dal passato ed arriva al futuro, in una dimensione sospesa tra verità naturale e artificio, tra percezione e illusione. "Monica Biancardi è un'artista 'antica'; il suo metodo di lavoro - scrive Angela Tecce - è classico: disegna, appunta meticolosamente i suoi affascinanti story boards per progettare e elaborare le immagini che i suoi occhi, attraverso la fotografia, i video, vogliono cogliere della realtà ". Anche il tema è un tema 'tradizionale': il confronto con la natura, natura come trasformazione, come materia, come continuo processo evolutivo della vita, che modifica e si modifica. Per ciascun mondo l'opera è costituita da dieci foto, di cui la nona è un immagine in movimento, quasi a segnare il trascorrere del tempo e il passaggio di uno stato in un altro. Nonostante la concatenazione, le trenta immagini sono concepite per una destinazione a sé stante, lasciando allo spettatore la libertà di costruire un percorso narrativo. Il lavoro è completato da un breve video. La mostra è organizzata dalla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano, con il sostegno della DARC-Direzione Generale per l'Architettura e l'Arte contemporanee e i contributi di MN -Metropolitana di Napoli e Bang&Olufsen-piazza vanvitelli, Napoli.