Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Paesaggio Urbano. Stampe italiane del '900, da Boccioni a Vespignani

Roma, Calcografia

23 Novembre 2003

La mostra prevede un ampio panorama di artisti - soltanto pochi hanno trattato questo tema analiticamente, ma molti hanno ritenuto interessante confrontarcisi - distribuito secondo alcuni filoni mirati ad evidenziare due elementi polari: da una parte la realtà sociale urbana che, trasformandosi, propone nuovi caratteri ambientali e colpisce la sensibilità dell'artista; dall'altra la mentalità dell'artista che, mutando a sua volta, registra la realtà intorno a sé in modo nuovo, anche quando lascia prevalere nella sua rappresentazione elementi rimasti uguali nel tempo oppure quando affida l'indicazione del cambiamento a sporadici simboli se non al solo titolo. Contesti cittadini rinnovati, periferie, spaccati di realtà industriali sono stati oggetto della selezione; vedute di esterni come di interni, paesaggi dove la trasformazione in corso è soltanto allusa da elementi tecnologici e industriali; altre immagini dove la folla, come espressione della società moderna, o il singolo individuo, alle prese con attitudini lavorative o socio-esistenziali della modernità, rappresenta il nuovo "paesaggio urbano". La ricerca è stata condotta, oltre che nella raccolta formata da C. A. Petrucci, nelle collezioni del Gabinetto delle Stampe di questo Istituto e in collezioni esterne. Si potranno vedere alcune periferie di grandi artisti come Russolo e lo stesso Boccioni che, in fase prefuturista, vollero rappresentare i nuovi temi di vita sociale anche nelle loro pur limitate esperienze di incisori. Così pure straordinari pezzi di autori come Bucci, Balsamo Stella, Morandi, Bartolini e anche Ziveri e Achille Lega. Ma si intende dedicare non minore attenzione ad opere di incisori che, seppur meno noti o conosciuti soprattutto a livello locale, si sono confrontati col tema della mostra raggiungendo risultati che sicuramente provocano interesse e stupore, come Bruno da Osimo, Paolo Pace, Vito Lombardi, Francesco Dal Pozzo, Giulio Cisari e altri.