Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Tang Arte e cultura in Cina prima dell'anno mille

Napoli, Museo Archeologico Nazionale

25 Aprile 2006

Per la prima volta in Italia vengono esposti, monograficamente, reperti pertinenti tutti ad un'unica dinastia cinese, quella Tang (618 - 907 dc) la cui storia segna - secondo gli studiosi - il periodo di massima espansione culturale della storia cinese. L'esposizione costituisce un'ulteriore tappa del processo che vede intensificarsi gli scambi culturali tra Cina ed Italia; nello specifico rappresenta la risposta cinese alla bella mostra promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali sulla Civiltà dell'Antica Roma e svoltasi dal giugno del 2004 a Pechino presso il Museo Nazionale della Cina, ed in altri Musei del Paese. La mostra consente un attento approfondimento delle caratteristiche principali di questa splendida epoca dell'arte e della cultura della Cina in una delle fasi di massima espansione dell'Impero: statue, vasi, pitture, monete d'argento, preziosi fermagli per capelli, terrecotte funerarie accompagnano il visitatore alla scoperta di un mondo che ancora oggi, attraverso la poesia, la calligrafia, la religione, forma parte fondamentale dell'identità cinese. In particolare, vengono illustrati aspetti fondamentali di questo periodo: la vita dell'aristocrazia quale appare dai resti dell'architettura palatina delle due capitali della dinastia, Xi'an e Luoyang e dai corredi funerari, il Buddhismo, documentato dalle sculture rinvenute negli scavi italiani di Luoyang e da altri complessi monastici e infine l'apertura della Cina verso l'Asia Centrale e l'Occidente, attraverso quelle vie della Seta di cui Xi'an e Luoyang erano le stazioni terminali.