Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

The World of Steve McCurry

Bruxelles (Belgio) , Palais de la Bourse

Per la prima volta in Belgio una retrospettiva eccezionale del lavoro del grande fotografo McCurry: The World of Steve McCurry, ospitata nelle sale del Palais de la Bourse dal 4 marzo, presenta al pubblico oltre 200 sue foto, consentendo di apprezzare i suoi scatti più famosi ed una serie di foto inedite. La mostra è organizzata da Civita Mostre, Demeter e Tempora, in collaborazione con SudEst57, e resa possibile grazie al contributo di Lavazza. Ideata da Biba Giacchetti, l’esposizione propone un lungo viaggio attraverso il mondo di Steve McCurry, dall'Afghanistan all'India, dal Sud-Est asiatico all'Africa, da Cuba agli Stati Uniti, dal Brasile all'Italia, tramite il suo vasto e affascinante repertorio di immagini in cui l'elemento umano è sempre al centro del suo interesse.
L'obiettivo di McCurry è stato quello di catturare le immagini poetiche in aree del mondo dove la vita è più difficile. Tra queste alcune foto recenti ispirate dalla sua ricerca in una dimensione quasi metafisica dello spazio, in cui l’assenza è a volte al centro della storia e in cui la sua passione per il cinema emerge con forza. Né esita a mettere in evidenza le atrocità della guerra e della violenza che l'uomo subisce e talvolta infligge: dalle Torri Gemelle fotografati dal suo studio di New York alla guerra del Golfo, dal conflitto afghano allo tsunami giapponese, dai bambini-soldato a chi soffre negli ospedali.
La scenografia di Peter Botazzi immerge il visitatore in un labirinto di immagini che lo spinge a scoprirle una dopo l’altra. Non c'è un ordine cronologico o di attualità, ma piuttosto un vortice di tremori visivi.
Alla fine della visita, sarà possibile prendere visione di alcuni video in cui McCurry descrive i suoi viaggi, le sue esperienze e il suo concetto di fotografia.