Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Al via Fandango Incontro, il nuovo polo culturale di Roma

Palazzo Incontro, la sede espositiva di via dei Prefetti a Roma, si rinnova e si trasforma per diventare, dallo scorso 7 dicembre, anche Fandango Incontro, dopo i lavori di adeguamento e manutenzione realizzati da Civita e Fandango in collaborazione con la Provincia di Roma e con la consulenza dello Studio Architetto Michele De Lucchi S.r.l.
I lavori, appena ultimati, di Palazzo Incontro hanno dato vita a Fandango Incontro – il Caffè letterario con annessa la libreria collocati al piano terra - e al rinnovamento degli spazi espositivi nei due piani superiori. Un nuovo polo culturale della capitale, promosso con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di uno spazio di “incontro”, non usuale tra culture, esperienze e identità nell’ambito della variegata offerta culturale della capitale.
Fortemente voluto dalla Provincia di Roma e, in particolare, dal suo Presidente Zingaretti, con quella personale attitudine a favorire la promozione del territorio e delle sue peculiarità, anche attraverso il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, “Fandango Incontro” si pone come punto di aggregazione e luogo di relazioni per la città e la sua provincia, nell’ambito di un dialogo che vuole essere prevalentemente multidisciplinare e per un progetto di ampio respiro rivolto, in particolare, alle giovani generazioni, con l’ambizione di coinvolgerle attivamente con stimoli e occasioni fattive di scambio e proposte mirate.
Fandango Incontro è frutto della gara indetta dalla Provincia di Roma per la gestione degli spazi espositivi di Palazzo Incontro e degli scavi archeologici di Palazzo Valentini, che è stata aggiudicata a Civita Servizi e Gebart con la collaborazione di Fandango, marchi del settore culturale dalla forte identità e connotazione.
Con i lavori di adeguamento il Palazzo si dispone ad accogliere questo tipo di fruizione. Il pianoterra si caratterizza come uno spazio aperto al pubblico (anche la sera e oltre gli usuali orari museali), nel quale si trova un Caffè letterario, con annessa la libreria di carattere generalista, luogo ideale e informale di incontri, dialoghi, scambi, svago, accessibile a tutti anche attraverso la disponibilità di un collegamento free wi-fi.
Da questo presupposto, che si basa sull’idea di “incontro” tra culture, esperienze, persone, identità, elementi quanto mai necessari di quest’epoca e di questa particolare fase storica, nei due piani superiori di Fandango Incontro si svilupperà, grazie alla specifica esperienza di Civita, un’articolata programmazione espositiva, particolarmente attenta a temi come il fumetto, la fotografia, l’illustrazione e la divulgazione scientifica.
“Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza” è la mostra con cui si inaugura il nuovo polo culturale, in occasione dei vent’anni della scomparsa del Presidente partigiano, e che rende omaggio a due personalità di primo piano della cultura e della politica italiana del Novecento. L’esposizione, organizzata da Civita in collaborazione con Fandango, apre al pubblico domani, 7 dicembre, ed è curata da Vincenzo Mollica e Mariella Pazienza, e, per l'Associazione Nazionale Sandro Pertini, da Stefano Caretti e Monica Mengoni. Si tratta di circa 90 tavole che l’artista di San Benedetto del Tronto, scomparso nel 1988 all'età di 32 anni, ha dedicato con particolare affetto al "Presidente partigiano", disegnandolo ininterrottamente dal 1978 al 1987.
Un particolare apporto alla programmazione delle attività di Fandango Incontro lo porterà, nello specifico, il progetto del regista teatrale e di lirica Giorgio Barberio Corsetti, che con la sua compagnia “Fattore K.” avvierà nella sede di via dei Prefetti una serie di seminari, incontri e un laboratorio di natura formativa per i giovani artisti della regione e non, alla base del quale c’è anche l’ideazione di un progetto cross mediale. Proprio per le sue caratteristiche Palazzo Incontro si presta in modo appropriato ad accogliere il progetto “Corpo, rete, racconto”, sempre ideato da Barberio Corsetti, basato su laboratori e seminari, sia teorici sia pratici, e per residenze di artisti italiani o stranieri, impegnandoli sia a Roma, nel Palazzo, sia nei luoghi delle eccellenze artistiche e culturali della provincia di Roma.
La compagnia teatrale “Fattore K.” si prefigge anche di coinvolgere in prima persona i giovani artisti e il pubblico che prenderanno parte sia al laboratorio che alle sessioni aperte di preparazione allo spettacolo “Il Castello”, adattamento teatrale del romanzo di Kafka, il cui debutto è previsto nel giugno 2011 nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto e poi con una successiva messa in scena dello stesso spettacolo in uno dei luoghi del Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, considerati tra le eccellenze storiche e artistiche della provincia di Roma.
Il progetto Fandango Incontro si è reso possibile anche grazie ad Enel, che con questo evento conferma la proficua collaborazione con Civita e la Provincia di Roma per la gestione degli Scavi di Palazzo Valentini e la realizzazione di iniziative culturali.

Riferimenti

Fandango Incontro
Roma, via dei Prefetti 22
Informazioni: tel. 0697271379 (attivo dal 7 dicembre 2010); www.fandangoincontro.it
Orari: 9.00 -21.00. Lunedì chiuso

Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza
7 dicembre 2010 - 27 febbraio 2011
Roma, Palazzo Incontro
via dei Prefetti, 22
Orari: 10-19. Lunedì chiuso. Chiuso il 25 dicembre 2010 e 1° gennaio 2011
Biglietto: intero € 6, ridotto € 4
Informazioni e prenotazioni: tel. 0632810; www.fandangoincontro.it