Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Artisti Riuniti e “La sponda dell’utopia”

La stagione teatrale di Artisti Riuniti - associazione culturale non a scopo di lucro, che da anni promuove il teatro sperimentando connessioni tra letteratura, cinema e attualità, portando alla ribalta nuovi autori – si apre con due incontri di introduzione e approfondimento della trilogia “La sponda dell’utopia” di Tom Stoppard, con letture correlate. Un viaggio sulle illusioni ideologiche del '900 che verrà messo in scena a partire dal 2009 – 2010.
Gli appuntamenti della manifestazione, realizzata con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, in collaborazione con Reset, Università La Sapienza di Roma, Associazione Civita, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, Centro Sperimentale di cinematografia e il Teatro di Roma, sono per il 22 e il 31 ottobre al Teatro Argentina.
Gli incontri hanno l’intento di creare un contesto che amplifichi il senso dell'opera di Stoppard, per approfondire temi quali il confronto tra liberalismo e socialismo, tra realismo e utopia, tra grandi disegni sociali e riformismo, tra illuminismo e anti-illuminismo.
La grande trilogia di Stoppard comprende tre spettacoli diversi – Il Viaggio, Il Naufragio, I Sopravvissuti - di due ore e trenta circa ciascuno, in cui i protagonisti delle utopie e del pensiero politico ottocentesco - da Bakunin a Marx, da Turgenev a Herzen - discutono tra la Russia e Parigi. Il personaggio chiave è Herzen, quello che incarna la scoperta del pluralismo e la critica delle utopie.
La scelta di Artisti Riuniti, diretti da Piero Maccarinelli, segna l'inizio di un vero e proprio laboratorio triennale sull'utopia e le sue derive, un modo nuovo di fare teatro per affrontare i grandi temi morali e politici dei nostri giorni. E' una occasione rara di abbinare il teatro delle rappresentazioni con il teatro delle discussioni, teatri entrambi affollati, come affollati di lettori sono i grandi romanzi di idee, da Thomas Mann a Orham Pamuk. L’obiettivo è quello di realizzare questo ciclo teatrale e culturale in Italia, a Roma, secondo un progetto molto articolato e complesso, che richiede decine e decine di attori e scene impegnative. Cinquantadue gli attori in scena: 12 attori affermati e 40 “giovani” selezionati attraverso un bando pubblico appositamente indetto tra i diplomati delle due scuole nazionali di recitazione. I provini si terranno dal 23 al 30 ottobre al Teatro India.
La messa in scena newyorkese, al Lincoln Center, è stata un evento memorabile: tutto esaurito per mesi, anche con grandi maratone finali, dal mattino alla sera, per godere di tutti e tre gli spettacoli in un solo giorno.
Gli incontri sono a ingresso libero, fino ad esaurimento posti disponibili.

Riferimenti

"Testo e contesto"
22 ottobre 2008
ore 17.00
Teatro Argentina
Roma, Largo di Torre Argentina
info 800013390
www.teatroargentina.it

Audizioni riservate ai diplomati di Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico e Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma (come da Bando di Concorso)
23-30 ottobre 2008
ore 10.00-14.00
Teatro India
Roma, Lungotevere Papareschi, 146
info 800013390
www.teatroindia.it

"L'utopia e le sue derive"
31 ottobre 2008
ore 17.00
Teatro Argentina
Roma, Largo di Torre Argentina
info info 800013390
www.teatroargentina.it

Allegati