Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

'Azīza, giovani artisti ai Cantieri culturali alla Zisa

Dopo l’avvio del progetto/laboratorio “IN WORK_Artisti per ZAC”, un work in progress che ha visto circa 70 giovani artisti condividere uno spazio e un progetto per Palermo, il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore alla Cultura Francesco Giambrone hanno inaugurato 'Azīza, la prima mostra interamente prodotta da ZAC – Zisa Zona Arti Contemporanee.
L’allestimento si inserisce nel percorso della candidatura della città a Capitale europea della Cultura 2019, è curato dal Comitato Scientifico e da ZisaLab, e dedicato all’artista Andrea Di Marco, recentemente scomparso; l’organizzazione è affidata al Comune di Palermo – Assessorato alla Cultura e a Civita Sicilia.
'Azīza si svolgerà fino al prossimo 17 novembre negli spazi dei Cantieri Culturali alla Zisa e in particolare presso ZAC, un tempo il grande padiglione delle Ex-Officine Ducrot. Uno spazio concepito come sede del Museo d’Arte Contemporanea della Città di Palermo e, dallo scorso dicembre, luogo di ricerca dai confini aperti e costantemente in definizione affermatosi come piattaforma di dibattito e di riflessione sui linguaggi delle arti visive del XXI secolo.
L’esposizione è l’emblema di una tensione dialogica tra le creazioni artistiche e la città, un confronto ineludibile e necessario anche in rapporto a una condizione, come quella attuale, ricca d’incontri e conflitti.
Gli artisti hanno scelto il titolo della mostra, 'Azīza, una parola dal doppio significato. Formata da Ziz, “fiore” in lingua punica e nome dato alla città di Palermo alla sua fondazione, e al-'Aziza “la splendida”, nome dato dagli arabi al Palazzo della Zisa collocato proprio di fronte al padiglione ZAC. Aziza (o azzizza) è anche, nel dialetto locale, la parola che indica l'arte di abbellire, di arrangiarsi, di trasformare con creatività le cose, metafora che gli artisti hanno voluto adottare per meglio comunicare la loro esperienza laboratoriale all’interno di Zac.
L’amministrazione comunale ha nominato un Comitato Scientifico, composto da illustri personaggi della cultura, per definire le linee programmatiche e di gestione della nuova istituzione culturale, che include, ad oggi, numerose iniziative: TRANSITI, un programma di approfondimento delle tematiche contemporanee, nell’ambito del quale artisti, curatori, galleristi e operatori del mondo dell’arte, transitando da Palermo, hanno dato un contributo all’interno del più ampio progetto culturale di ZAC; gli STUDIO VISIT, incontri con i direttori e i curatori di diverse istituzioni artistiche, invitati a dialogare con gli artisti presenti nel laboratorio; CONVERGENZE e molte altre attività condivise quali, ad esempio, Rebirth Day di Michelangelo Pistoletto, il Festival Finzioni, Cartabiancaxpalermo.

Riferimenti

'Azīza
Palermo, Cantieri Culturali alla Zisa
12 luglio – 17 novembre 2013