Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Benozzo Gozzoli a San Gimignano

Dal 18 giugno ha aperto al pubblico la mostra Benozzo Gozzoli a San Gimignano, ospitata nelle sale della Pinacoteca di San Gimignano e dedicata al pittore fiorentino, artista tra i più rappresentativi e prolifici del Quattrocento italiano. L’iniziativa intende celebrare, per la prima volta e in modo esaustivo, il triennio sangimignanese del maestro Gozzoli, uno dei periodi più intensi e fecondi nella sua lunga attività. 
Curata da Gerardo De Simone e Cristina Borgioli, la mostra è promossa dal Comune di San Gimignano e dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio delle Provincie di Siena, Grosseto e Arezzo in collaborazione con l’Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa, Montalcino e la Fondazione Musei Senesi. L’organizzazione e la promozione della mostra sono affidata a Opera – Civita Group.
Per il terzo anno consecutivo prosegue la sinergia tra le suddette istituzioni in un percorso di valorizzazione e studio delle opere della Pinacoteca. Dopo la mostra dedicata a Pintoricchio e a Filippino Lippi, quest’anno protagonista del progetto espositivo è la tavola del Gozzoli Madonna col Bambino e angeli tra i santi Giovanni Battista, Maria Maddalena, Agostino e Marta che verrà ricomposta per la prima volta nella sua interezza grazie ai frammenti di predella oggi divisi tra i musei di Brera, Avignone e Madrid. 
La mostra ambisce a ricostruire con completezza l’insieme ricco e variegato della produzione artistica benozzesca a San Gimignano, frutto della sua efficiente organizzazione di bottega. Da un lato si raccoglieranno in Pinacoteca, e in parte nel Museo d’Arte Sacra, tutte le opere note degli anni sangimignanesi, dall’altro si predisporrà un circuito di visite dei cicli di affreschi nel Duomo, nella chiesa di Sant’Agostino e nell’Abbazia di Monteoliveto. 
Il progetto espositivo prevede altresì la possibilità di un approfondimento della figura dell’artista presso il BEGO - Museo Benozzo Gozzoli di Castelfiorentino.
Ad esemplificare l’importanza e la qualità di Benozzo disegnatore – uno dei più attivi e prolifici del secolo – verranno esposti due disegni del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, risalenti ad anni vicini al soggiorno sangimignanese, che documentano l’attenzione del pittore verso l’antichità classica e la pittura fiamminga. Ad arricchire il quadro del contesto in cui Benozzo operò, e a rendere testimonianza dei suoi rapporti assai stretti con le arti applicate, la mostra includerà un’ampia selezione di preziosi tessuti liturgici e oreficerie del tempo. 
Nel percorso espositivo, infine, sarà possibile ricostruire, attraverso le attestazioni archivistiche, le allogazioni del Comune e della Collegiata al pittore fiorentino. 
La mostra si collega ad una serie di iniziative culturali fortemente volute e promosse dal Sindaco di San Gimignano Giacomo Bassi e dall’Assessore alla Cultura Carolina Taddei, con il coordinamento di Valerio Bartoloni, Dirigente del Settore Servizi alla Cultura del Comune, con l’intento di valorizzare e promuovere i Musei Civici della città.

Riferimenti

Benozzo Gozzoli a San Gimignano
San Gimignano (SI) 18 giugno – 1 novembre 2016
Pinacoteca, Piazza Duomo 2