Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Civita a Firenze, un’Opera di radicamento territoriale

Galleria degli Uffizi, Firenze - © Archivi Alinari - Per concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Si è conclusa l’acquisizione di Civita Servizi della maggioranza del capitale di Opera Laboratori Fiorentini. Si tratta di un’importante Società specializzata nella gestione dei servizi museali, nell’organizzazione di mostre con una capacità di intervento nella realizzazione di allestimenti, restauri e scenografie, e che tra l’altro gestisce insieme a Giunti tutti i servizi del Polo Museale Fiorentino, 10 grandi musei tra cui la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, Palazzo Pitti e, dal 1 luglio, le librerie dei Musei Vaticani.
L’acquisizione di Opera, che in tal modo diventa una delle società controllate del gruppo Civita insieme a Civita Tre Venezie e Civita Sicilia oltre alla partecipata Gebart, fa sì che Civita, già presente sul territorio nazionale con sedi a Roma, Milano, Venezia, Napoli e Palermo, lo sia ora anche in Toscana confermando l’ambizione di Civita di voler sviluppare e rafforzare la propria capacità di radicamento territoriale.
L’operazione non deve essere letta come un semplice ampliamento, pur considerevole, della dimensione di Civita, ma soprattutto coma la ricerca di una complementarietà con una delle più significative realtà imprenditoriali nel settore dei beni culturali, nata da una sapiente capacità artigianale tipicamente italiana, che ha saputo sviluppare una forte professionalità gestionale e una grande competenza nell’ambito della diffusione della cultura, in particolar modo quella scientifica, con una attenzione alla circolazione internazionale delle eccellenze culturali italiane.
Ed è per questo che i fratelli Ruggeri, proprietari di Opera Laboratori Fiorentini, non solo resteranno Soci di Opera, ma continueranno a rimanere, con il loro lavoro e la loro volontà di collaborazione, fondamentali punti di riferimento nello sviluppo della società.
Oggi l’obiettivo di Civita è di superare l’attività, pur importante, della gestione dei servizi mettendo in gioco capacità e volontà di investimento in un grande progetto di valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese.