Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Corot e l’arte moderna. I risultati della mostra

Camille Corot, Mantes (le Matin) @ Musée des Beaux-Arts de la Ville de Reims. Photo. Devleeshauwer

Lo scorso 7 marzo si è conclusa, con grande successo di pubblico, la mostra COROT E L’ARTEMODERNA. Souvenirs et impressions: primo progetto espositivo frutto della collaborazione fra il Musée du Louvre e il Comune di Verona. Ben 81.118 i visitatori in 101 giorni di mostra, per una media giornaliera di 803 visite. I dati conclusivi, con un’ampia analisi del profilo socio-culturale dei visitatori e dell’impatto economico - sulla base dell’indagine svolta da Civita Tre Venezie che ha gestito i servizi di mostra - sono stati resi noti alla presenza del sindaco di Verona Flavio Tosi, dell’assessore alla Cultura Erminia Perbellini, della Direttrice della mostra Paola Marini e di Alberto Rossetti, Consigliere delegato di Civita Tre Venezie. Inaugurata il 25 novembre 2009, l’esposizione ha consentito di ammirare, presso il Palazzo della Gran Guardia a Verona, circa cento dipinti in un arco temporale di quattro secoli - da Poussin a Picasso - distribuito in misura equivalente tra le opere del maestro francese e degli artisti a cui si è ispirato o che ha influenzato con la sua opera. Un’iniziativa prestigiosa alla cui realizzazione hanno partecipato: la Direzione Regionale per il Veneto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici e Etnoantropologici per le province di Verona, Rovigo e Vicenza e l’Università degli Studi di Verona.Con il sostegno di: Regione del Veneto, Provincia di Verona, Fondazione Cariverona, Banco Popolare, Camera di Commercio di Verona, Unicredit Corporate Banking, Agsm, Nes. Con la collaborazione di: Consorzio Verona Tuttintorno, Confcommercio, Veronafiere, Fondazione Arena di Verona, Amici di Castelvecchio e dei Civici Musei d'Arte di Verona, Airdolomiti.
I servizi di accoglienza sono stati curati da Verona 83 mentre la comunicazione è stata affidata a Civita Tre Venezie. Il catalogo è stato edito da Marsilio.

Allegati