Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Dai Musei Siciliani a Mosca: in mostra i capolavori di Antonello Da Messina

Quattro capolavori di Antonello Da Messina, eminente artista del primo Rinascimento italiano, varcano per la prima volta i confini italiani per essere esposti, dal prossimo 10 settembre, alla Galleria Statale Tret’jakov di Mosca. La mostra Antonello Da Messina. Capolavori dai Musei Siciliani è stata presentata oggi, 6 settembre, in occasione della conferenza stampa organizzata dalla Regione Siciliana e svoltasi a Palermo nelle sale di Palazzo Abatellis.
L’iniziativa costituisce uno degli appuntamenti previsti nell’ambito delle celebrazioni dell’Anno Bilaterale Italia Russia per la promozione della lingua e della cultura russa in Italia e dell'Italia in Russia a cui Civita collabora.
La mostra è promossa da Regione Siciliana, Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, Ministero della Cultura della Federazione Russa, Galleria Statale Tret’jakov, Ambasciata d’Italia nella Federazione Russa.
Le opere esposte a Mosca sono quattro dipinti a tempera su legno. Si tratta, in particolare, di una tavoletta raffigurante la Madonna col Bambino e un francescano orante (recto) e l’Ecce Homo (verso) proveniente dal Museo Regionale Maria Acascina di Messina: attribuita al periodo 1465-1470, costituisce uno dei pochi lavori del giovane Antonello che si sono conservati e in cui è possibile individuare i segni di una certa eredità bizantina comune anche alle icone russe del XV-XVII secolo. L’opera, che molto probabilmente faceva parte di un piccolo altare mobile, è stata acquisita nel 2003 da una collezione privata tedesca e donata al Museo Regionale di Messina.
In mostra si possono ammirare anche tre tavolette raffiguranti rispettivamente San Gerolamo, San Gregorio e Sant’Agostino, provenienti dalla Galleria Regionale di Palazzo Abatellis a Palermo e risalenti al 1473. Insieme ad una quarta tavoletta andata perduta, esse, con ogni probabilità, costituivano la sommità di un altare a piu’ sezioni, un polittico.
La mostra è allestita da studiosi italiani in collaborazione con la Galleria Statale Tret’jakov di Mosca. Un piccolo catalogo informativo sarà l’occasione per conoscere in modo più dettagliato la personalità poliedrica dell’artista siciliano.

Riferimenti

Antonello Da Messina. Capolavori dai Musei Siciliani
Mosca, 10 settembre – 20 novembre 2011
Galleria Statale Tret’jakov, Lavrushinskij 10, sale 46-48