Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Firenze, I cieli del Rinascimento per la prima volta protagonisti di una mostra

Prosegue a Firenze la mostra I cieli in una stanza. Soffitti lignei a Firenze e a Roma nel Rinascimento, ospitata nella Sala Edoardo Detti e nella Sala del Camino degli Uffizi.
L’esposizione, curata da Claudia Conforti, Maria Grazia D’Amelio, Francesca Funis e Lorenzo Grieco, è promossa da Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Gallerie degli Uffizi e Firenze Musei. Ad Opera Laboratori Fiorentini – Civita è affidata la realizzazione dell’allestimento, il coordinamento, la produzione, la gestione e la comunicazione della mostra.
Il soffitto metafora del cielo. Forme quadrate, rettangolari o ottagonali tutte riccamente decorate invitano i visitatori delle chiese e dei palazzi rinascimentali a sollevare gli occhi al cielo. Da elemento costruttivo nato per proteggere gli ambienti a ornamento che fonde nel suo insieme tutte le arti. Per la prima volta il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi dedica una mostra ad un singolo elemento architettonico.
Con questa mostra la Galleria degli Uffizi, che custodisce il maggior numero di disegni di soffitti rinascimentali, inizia a scriverne la storia. Del ricco patrimonio di disegni degli Uffizi è stata operata un’attenta selezione integrata da fogli dal Louvre, dal Museo Nazionale di Stoccolma, dalla Biblioteca di Storia dell’Arte e di Archeologia, dal Museo di Roma, dagli Archivi di Stato di Roma e di Firenze.
Oltre trenta opere esposte tra disegni tecnici, di ornato e di figura, dipinti e altri manufatti preziosi e poco conosciuti che raccontano lo splendore dei soffitti lignei nel Rinascimento e come, per la loro realizzazione, pittura e scultura fossero strettamente connesse all’architettura.
La versatilità decorativa dei lacunari fu sfruttata fin dai tempi remoti: ad aprire la mostra, infatti, un rarissimo lacunare ligneo di età romana, per la prima volta esposto al pubblico, che conserva ancora tracce di colore, scoperto recentemente a Ercolano. E poi, altri magistrali disegni di artisti prevalentemente toscani che rappresentano il mondo antico come modello delle arti nel Rinascimento, e i magnifici disegni per soffitti di Michelangelo, Antonio da Sangallo il Giovane e Vasari che raccontano la genesi e l’ornamento di importanti edifici e chiese. E ancora due rari esemplari contemporanei con i quali gli autori interpretano e trasfigurano i soffitti a cassettoni in un modo che è al tempo stesso un tradimento e un omaggio alla tradizione nobile dei “cieli”.

Riferimenti

I cieli in una stanza. Soffitti lignei a Firenze e a Roma nel Rinascimento
Firenze, 10 dicembre 2019 – 8 marzo 2020
Sala Edoardo Detti e Sala del Camino, Gli Uffizi