Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Firenze, da Boldini a De Pisis: in mostra le collezioni ferraresi

Si apre a Firenze dal 19 febbraio la mostra "Da Boldini a De Pisis - Firenze accoglie i capolavori di Ferrara”, un’ampia rassegna dell’intero percorso museale delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, allestita nelle due prestigiose sedi museali dell’Oltrarno fiorentino – la Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti e Villa Bardini della Fondazione Parchi Monumentali Bardini Peyron dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.
La mostra è stata realizzata in collaborazione tra le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara, la Fondazione Ferrara Arte e la Galleria d’arte moderna di Firenze e la Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze ed è stata curata da Maria Luisa Pacelli, Barbara Guidi e Chiara Vorrasi già per la sua prima edizione in Palazzo dei Diamanti a Ferrara, con il coordinamento oltre che la cura in questa seconda edizione fiorentina di Simonella Condemi e Alessandra Griffo per la sezione della Galleria d’arte moderna e di Carlo Sisi per quella di Villa Bardini
Promotori dell’evento espositivo il Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, la Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, la Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti e la Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Ad Opera Laboratori Fiorentini-Civita Group sono stati affidati la realizzazione dell’allestimento, i servizi in mostra e la comunicazione della mostra.
L’evento intende in primis rispondere al disagio subito dalle Gallerie ferraresi a seguito dei gravi danni subiti dagli ambienti di Palazzo Massari a causa del sisma che ha colpito nel maggio 2012 l’Emilia Romagna.
A Villa Bardini, un totale di 26 opere testimoniano le collezioni ferraresi: dal Romanticismo storico di Gaetano Turchi, Massimiliano Lodi, Girolamo Domenichini e Giovanni Pagliarini, agli autoritratti dei principali artisti locali – da Giuseppe Mentessi a Giovanni Boldini – fino al simbolismo di Gaetano Previati con il capolavoro assoluto Paolo e Francesca (1909), tratto dall’omonimo canto dantesco.
Alla Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti sono esposte invece 35 opere, tra dipinti e sculture, in un ampio percorso artistico che spazierà dal simbolismo letterario di Giovanni Muzzioli e Gaetano Previati, alle allegorie malinconiche nelle sculture di Angelo Conti ed Arrigo Minerbi, fino al futurismo della tela di Arnoldo Bonzagni e al bronzo di Annibale Zucchini.
L’omaggio al Novecento ferrarese si conclude con una tra le più importanti collezioni di opere del grande artista – poeta Filippo De Pisis, che racconta la sua personalissima visione d’artista attraverso nature morte, ritratti, vedute parigine, fiori raccontati e dipinti con una forma coinvolgente e sintetica.
In parallelo a questa sezione novecentesca, la Galleria d’arte moderna propone una piccola ma significativa selezione dai suoi depositi presentando al pubblico opere poco viste degli stessi autori presenti in mostra ovvero Boldini, Minerbi, De Pisis, Carrà e Sironi.

Riferimenti

Da Boldini a De Pisis. Firenze accoglie i capolavori di Ferrara
19 febbraio – 19 maggio 2013
Firenze, Villa Bardini e Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti