Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Il Presidente Antonio Maccanico, guida straordinaria e grande uomo

Apprendiamo dalla famiglia che è venuto a mancare il nostro Presidente, on. Antonio Maccanico.
Lascia un vuoto incredibile, ma tanti ricordi nella famiglia, negli amici, nella politica italiana e in noi di Civita: in quelli che hanno avuto l’opportunità di collaborare con lui più direttamente e in quelli che hanno avuto modo di apprezzarne le doti umane, la specchiata moralità, la signorilità che gli faceva cedere il passo con un sorriso alle donne all’ingresso in ascensore o in un corridoio, con un gesto che appariva di altri tempi.
Non ce lo nascondiamo: ci sentiamo più soli, tutti noi, per la perdita di una guida straordinaria e di un grande uomo. Maccanico è stato un personaggio fondamentale per la politica italiana, ricoprendo numerosi incarichi e contribuendo in maniera determinante alla costruzione dell’Italia repubblicana. Altri lo ricorderanno e ne tesseranno le lodi in questo campo. Noi possiamo ricordarlo per l’impegno profuso nella cultura, per la passione con cui fino all’ultimo ha voluto sostenere le attività dell’Associazione, per il dialogo costante con le imprese e con le istituzioni culturali.
Nell’ultimo suo intervento pubblico, in occasione della presentazione del Rapporto “L’Arte di Produrre Arte” al quale non ha voluto mancare, ci ricordava quanto fosse importante “Promuovere la cultura e l’arte nel nostro paese, perché cresca ancora di più la visibilità dell’Italia nel mondo” e ribadiva che Civita “vuole continuare a stare al centro dei processi di cambiamento raccogliendo le sfide dei nostri tempi”. Sorrideva in quella occasione il nostro Presidente, con la passione che lo contraddistingueva per le cose che amava. Ognuno di noi, nel suo piccolo, raccoglierà il suo appello, la sua lezione di vita, la sua passione civile. Ne ha bisogno Civita, ma soprattutto ne ha bisogno l’Italia, come ci ha sempre ricordato il nostro Presidente.

Gallery

Allegati