Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

L’arte di Francesco: dall’Italia fino in Cina

L'arte di Francesco - Capolavori d'arte italiana e terre d'Asia dal XIII al XV secolo, è il titolo della mostra che si inaugura oggi a Firenze presso Galleria dell’Accademia.
L’esposizione è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con il Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Toscana, la Ex - Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, la Galleria dell'Accademia, Firenze Musei, insieme all'Ordine dei Frati Minori, la Custodia di Terra Santa, la Commissio Sinica della Pontificia Università Antonianum. A Opera Laboratori Fiorentini – Civita Group sono state affidate la realizzazione dell’allestimento, la produzione, la gestione e la comunicazione dell’iniziativa.
La mostra si propone di documentare ai massimi livelli qualitativi la produzione artistica di diretta matrice francescana (pittura, scultura, arti suntuarie) dal Duecento al Quattrocento e, nel contempo, di porre in evidenza la straordinaria attività evangelizzatrice dei francescani in Asia, dalla Terra Santa alla Cina. I capolavori d’arte sono presentati in mostra non soltanto dal punto di vista della loro iconografia francescana, ma in primo luogo per il fatto di essere il frutto della committenza dei frati francescani, per il tramite delle loro fondazioni chiesastiche e conventuali, o per opera di privati cittadini particolarmente devoti al Serafico e ai suoi più diretti seguaci. Di particolare interesse si rivela la sezione che ospita alcune fra le più antiche immagini devozionali del santo di Assisi, che tramandano gli episodi più famosi della sua agiografia. Tra gli artisti presenti in mostra figurano il Maestro di San Francesco e il Maestro dei Crocifissi francescani, due protagonisti della pittura su tavola e in affresco del XIII secolo. Il vasto pubblico della Galleria fiorentina godrà di una vasta campionatura delle diverse tecniche artistiche e delle tipologie morfologiche: dalle piccole tavole per la devozione privata ai dossali destinati agli altari delle maggiori chiese dell’Ordine, fino ai grandiosi complessi d’altare. IL visitatore verrà dunque introdotto alla vicenda del Beato Odorico da Pordenone che fu solo una delle ultime dell’epopea francescana in Asia orientale, iniziata con Giovanni da Pian del Carpine, culminata con Giovanni da Montecorvino, primo vescovo di Pechino. Saranno presenti anche documenti d’archivio e reperti archeologici provenienti dalla Biblioteca Apostolica Vaticana, dal Museo della Custodia di Terra Santa (Gerusalemme) e dal Museo della Basilica dell’Annunciazione di Nazareth, e il nucleo di Croci nestoriane, risalenti al periodo della dinastia Yuan, appartenenti alla raccolta dello University Museum and Art Gallery di Hong Kong. Tornando ai capolavori d’arte ispirati dall’impulso di Francesco in ambito italiano, nel corso della prima metà del Trecento si colloca l’attività di uno dei più grandi pittori dell’epoca, il Maestro di Figline, ma anche in piena epoca rinascimentale la committenza dell’Ordine francescano sarà rappresentato dai massimi artisti del tempo, quali Carlo Crivelli, Antoniazzo Romano e Bartolomeo della Gatta. Non meno ricco si presenta il versante della scultura, che annovera personalità del calibro di Nicola Pisano, Nino Pisano, Domenico di Niccolò dei Cori e Andrea Della Robbia.

Info e prenotazioni: 055.290383 firenzemusei@operalaboratori.com - www.unannoadarte.it

Riferimenti

L'arte di Francesco - Capolavori d'arte italiana e terre d'Asia dal XIII al XV secolo
31 marzo - 11 ottobre 2015
Firenze, Galleria dell’Accademia