Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

La memoria dei viaggi

Piergiorgio Branzi, India, 1960.

La memoria dei viaggi: è questo il tema della mostra fotografica inaugurata oggi, 18 dicembre, nella Sala Stampa di Palazzo Valentini, promossa dalla Provincia di Roma e curata da Marco Delogu.
In una disciplina artistica dove nel nostro Paese si sente moltissimo la mancanza di una “scuola”, di una tradizione riconosciuta e di istituzioni nazionali che promuovono la nostra fotografia, la mostra La memoria dei viaggi vuole avviare un percorso attraverso la fotografia italiana.
L’obiettivo è di offrire un terreno di confronto tra diverse generazioni su singoli temi, sempre con un idea di fotografia forte, autonoma, impegnata verso la ricerca dei nuovi linguaggi e verso il confronto.
La fotografia accompagna i viaggi sin dalla sua nascita e spesso i viaggi si fanno per fotografare. Così alcuni fotografi italiani, come Pier Giorgio Branzi, Luca Campigotto, Giuliano Matteucci, Fabio Ponzio, Eva Sauber e Paolo Woods, alcune immagini, per lo più inedite, sempre personali di ricordi di viaggi carichi di emozioni e di forte significato. Il tutto a partire e in relazione ad un nucleo centrale di dieci immagini selezionate da Piergiorgio Branzi che fungono da riferimento, lui maestro di generazioni di fotografi, per l’intera mostra.
La mostra si conclude con sei fotografie di Ariccia e Zagarolo realizzate per l’occasione da Eleonora Calvelli, che rafforzano l’idea del progetto ABC (Arte Bellezza Cultura) della Provincia di Roma, reinterpretando questi due luoghi così legati a tutte le immagini del classico “grand tour”.
Civita ha curato il coordinamento organizzativo dell'iniziativa.

Riferimenti

La memoria dei viaggi
18 dicembre 2009 - 20 gennaio 2010
Roma, Palazzo Valentini (Sala Stampa)
Via IV novembre 119