Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Montepulciano, storia e restauri del Tempio di San Biagio e le anatomie di Leonardo da Vinci

Nel mese di aprile a Montepulciano (Siena) hanno aperto al pubblico due importanti mostre.

La prima, che ha preso il via lo scorso 22 aprile, riguarda le celebrazioni del V centenario dell'edificazione del Tempio di San Biagio, uno dei più celebri capolavori dell'architettura rinascimentale italiana realizzato su progetto di Antonio da Sangallo il vecchio dal 1518 al 1548.
La mostra, promossa e organizzata dall'Ente proprietario, Opere Ecclesiastiche Riunite di Montepulciano, dalla Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza, dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Province di Siena, Grosseto e Arezzo, dal Comune di Montepulciano, dalla Biblioteca Archivio Piero Calamandrei, con il contributo del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano e l'intervento di Cattolica Assicurazioni, è prodotta da Opera-Civita.
Si tratta di una occasione importante per rivisitare e riproporre l'arredo interno originale della chiesa realizzato a partire dall'ultimo quarto del Cinquecento, con le nuove regole emanate dal Concilio di Trento in materia di apparato liturgico e di arte sacra, che poi sarà in gran parte asportato durante il restauro neorinascimentale del monumento avvenuto a partire dagli anni ottanta dell'Ottocento.
La mostra, curata da Laura Martini e Riccardo Pizzinelli, presenta anche una sezione documentaria che ospita immagini, dipinti, incisioni, piante e prospetti dell'interno, prima della distruzione degli altari rinnovati nel tardo  XVI e nella prima metà del secolo XVII, nonché documenti legati al loro abbattimento e alla costruzione dei nuovi altari dal disegno composto e misurato per ripristinare la scansione euritmica dell'architettura rinascimentale.

L’altra mostra, dal titolo Leonardo da Vinci. Anatomie: macchine, uomo, natura, visitabile dal 21 aprile scorso e ospitata nella Fortezza di Montepulciano. L'esposizione, curata da Paolo Galluzzi, è promossa dal Comune di Montepulciano e dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, su progetto del Museo Galileo di Firenze, con l’organizzazione di Opera Civita.
Oltre che come artista eccezionale, Leonardo da Vinci è stato a lungo celebrato come inventore di macchine e dispositivi meccanici straordinari, che sarebbero divenuti patrimonio comune della cultura tecnica solo alcuni secoli dopo la sua morte. Pur traendo ispirazione dal profondo processo di rinnovamento dei saperi tecnici che ebbe luogo in Italia a partire dalla fine del XIV secolo, Leonardo offrì in molti ambiti contributi di assoluta originalità e di straordinaria carica anticipatrice.
La mostra mette in luce proprio uno degli aspetti più innovativi dell’opera di Leonardo, per il quale macchine, corpo umano e natura sono governati dalle medesime leggi universali: idea che trova espressione in una serie di magistrali disegni che segnano la nascita della moderna illustrazione scientifica.
Dopo una sezione introduttiva, che propone una ricostruzione dello studio di Leonardo, il percorso espositivo si articola in sezioni dedicate all’anatomia delle macchine, agli studi sul corpo umano, alla geologia e all’architettura.
Il percorso si chiude con i disegni che illustrano il dispositivo ideato da Leonardo per l’allestimento teatrale dell’Orfeo del Poliziano, affiancati dal modello tridimensionale della macchina scenica.

Riferimenti

Il tempio di San Biagio a Montepulciano dopo Antonio da Sangallo. Storia e Restauri
Montepulciano (Siena), 22 aprile - 4 novembre 2018
Tempio di San Biagio
Info e prenotazioni: +39 0577 286300  www.tempiosanbiagio.it  info@tempiosanbiagio.it

Leonardo da Vinci. Anatomie: macchine, uomo, natura
Montepulciano (Siena), 21 aprile - 7 ottobre 2018
Fortezza
Info: +39 0577/286300  www.leonardoanatomie.it