Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Museo del Novecento, al via la nuova programmazione delle attività culturali

Con il mese di settembre, è ripresa a pieno titolo la programmazione delle attività culturali organizzate dal Museo del Novecento, presso il Palazzo dell’Arengario, in Piazza del Duomo 12.
Così com’è avvenuto dalla sua inaugurazione, periodo estivo compreso, nei prossimi mesi il Museo affiancherà alle mostre in programmazione, tutta una serie di opportunità culturali per i suoi visitatori, con lo scopo avvicinare un pubblico sempre più vasto all’arte visiva, ma non solo.
Una saletta degli Archivi del Museo del Novecento sarà dedicata al DOCVA (Documentation Center for Visual Art), organizzato da Careof e Viafarini e sarà possibile consultare tramite specifici data base, dossier d’artista, eseguire ricerche, visualizzare immagini di opere ed estratti video, nonché reperire informazioni su organizzazioni internazionali dedite alla diffusione dell’arte contemporanea.
Nel prossimo autunno, il Museo ospiterà un ciclo di quattro conferenze incentrate sulla Brand Identity museale, a cura di Massimo Pitis (responsabile della comunicazione del Novecento) e Pier Donato Vercellone. Attraverso il confronto tra professionisti del settore, pubblico e privato, si cercherà di indagare lo stato della comunicazione visiva nell’ambito artistico e culturale, individuando in tal senso alcune delle punte più interessanti.
Sulla base del gradimento del pubblico, registrato nella scorsa stagione, presso la Sala Nuove Figurazioni del Museo sarà organizzato un nuovo ciclo di concerti di musica classica contemporanea, in collaborazione con Helios Music. I concerti si terranno la domenica mattina, con programmi a tema, tutti dedicati al Novecento.
Sempre nelle prossime settimane, riprenderà la collaborazione con la Cineteca Italiana che aveva già curato la sezione dedicata al cinema, arte per eccellenza del XX secolo. Negli spazi del Museo, la Cineteca organizzerà proiezioni e conferenze allo scopo di creare un dialogo tra le diverse espressioni della creatività umana.
L’attività di mediazione culturale riprenderà alcune delle iniziative che tanto avevano incuriosito e piacevolmente colpito sia la stampa sia i milanesi rimasti in città nel mese di agosto. Non solo quindi i “butta dentro” (mediatori culturali della cooperativa ABCittà che, in inglese, spagnolo, cinese, arabo e giapponese, oltre all’italiano, avevano invitato i turisti stranieri e i milanesi di passaggio a conoscere ed entrare nel Museo), ma progetti ed interventi tesi ad avvicinare un nuovo pubblico attraverso azioni di accessibilità linguistica e culturale.
Ed ancora Tessera Amici del Museo, lezioni di storia dell’arte in inglese e francese in Museo in pausa pranzo ecc.
Inoltre, nelle prossime settimane prenderà il via EDU900, un ricco programma di visite guidate, laboratori, workshop e progetti speciali che coinvolgerà, durante tutto l’anno scolastico, gli insegnanti e gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, da quella dell’infanzia alla secondaria di secondo grado. Il programma è curato dalla sezione didattica del Museo e da Civita,.
Nei fine settimane e durante le festività, le attività ludico-didattiche, organizzate sempre da Civita, coinvolgeranno i bambini dai 6 ai 12 anni, accompagnati dalle loro famiglie.
Per finire, si sta ultimando la preparazione di un gioco multimediale interattivo, accessibile a tutti dal sito del Museo, per preparare o ripensare il proprio percorso di visita al Museo del Novecento: www.museodelnovecento.org .

Allegati