Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Palazzo Farnese e la "scuola del mondo"

Palazzo Farnese. Galleria dei Carracci (dettaglio), Ambasciata di Francia in Italia (foto di Zeno Colantoni)

In occasione della Notte Tricolore del 16 marzo 2011 promossa dal Comune di Roma e con cui si celebrano i 150 anni dell’Unità d’Italia, la Provincia di Roma aderisce ai festeggiamenti con l'apertura straordinaria fino alle ore 23.00 della mostra Palazzo Farnèse. Dalle collezioni rinascimentali ad Ambasciata di Francia.
L'apertura al pubblico (su prenotazione) di Palazzo Farnese ha preso l'avvio, dallo scorso 17 dicembre, in occasione di questa importante esposizione, posta sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica Francese, e nasce dalla volontà di Jean-Marc de La Sablière, Ambasciatore di Francia in Italia. La mostra è realizzata in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Lazio, la Provincia di Roma, Roma Capitale Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione e Culturesfrance. L’organizzazione è affidata a Civita.
Oltre 150 opere tra dipinti, statue, disegni, sculture, monete, arazzi e ceramiche, faranno rivivere cinque secoli dell'affascinante storia del Palazzo: dai fasti cinquecenteschi della Famiglia Farnese, al periodo moderno, fino a questi ultimi 135 anni del Palazzo come sede dell'Ambasciata di Francia in Italia e dell' Ecole française de Rome. Una significativa scelta di opere della collezione Farnese verrà riportata nel luogo dove essa si formò grazie alla passione di questa famiglia.
La mostra è curata dal prof. Francesco Buranelli, Segretario della Pontificia Commissione per i Beni culturali della Chiesa e dall’arch. Roberto Cecchi, Segretario Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Per l’occasione dunque, le porte di Palazzo Farnese si apriranno – esclusivamente su prenotazione – accogliendo il ritorno del Museum Farnesianum; si ricomporranno le storiche sale degli Imperatori e dei Filosofi, i famosi DaciPrigionieri riprenderanno il loro posto ai lati del portone del grande salone.
Il ritorno di queste opere antiche è dovuto ai generosi prestiti della splendida collezione del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, nuovamente esposta nel luogo originario dove essa si è formata. Il cortile, inoltre, sarà ripopolato in modo virtuale con le imponenti sagome dell’Ercole Farnese, dell’Ercole latino, nonché del Toro Farnese accanto alla monumentale statua in porfido di Apollo, all’epoca detta Roma triumphans.
La mostra è un’occasione unica per consentire al pubblico di rivivere i vividi colori dei “fasti farnesiani” che evocano gli splendori di una corte ricca e colta. Consentirà di resuscitare le storie incrociate di pontefici, cardinali, re, ambasciatori, artisti che nell’arco di cinque secoli, tra politica e arte, vissero e si incontrarono a Palazzo Farnese facendone un luogo eccezionale e vivente. Come scrive il curatore Buranelli nel suo testo pubblicato nel catalogo edito da Giunti la mostra “(…) ha il dichiarato obiettivo di far riassaporare il raffinato gusto che ha fatto del palazzo “la scuola pubblica del mondo”(…)”.

Prenotazioni e acquisto biglietti:
Per agevolare le prenotazioni, oltre agli ordinari canali di vendita - tel. 06.32810 (dal lunedì al venerdì 9.00-18.00; sabato 9.00-13.00) e www.mostrapalazzofarnese.it - è stato attivato il circuito di prevendita TicketOne - www.ticketone.it.
Per prenotazioni telefoniche è a disposizione il numero a pagamento 892.101.
I biglietti sono acquistabili in prevendita anche presso tutti i 700 punti vendita del circuito TicketOne.

Riferimenti

Palazzo Farnèse. Dalle collezioni rinascimentali ad Ambasciata di Francia
17 dicembre 2010 - 27 aprile 2011
Roma, Ambasciata di Francia in Italia, Palazzo Farnese
Via Giulia, 186