Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Piermatteo d’Amelia: in mostra il maestro umbro del ‘400

Piermatteo d'Amelia, "Polittico dei Francescani, San Giovanni Battista (particolare), Terni, Centro Arti Opificio Siri

Si è da poco inaugurata la mostra dedicata a Piermatteo d’Amelia che si propone di offrire alla conoscenza del grande pubblico un protagonista di primo piano del secondo Quattrocento, uno dei grandi maestri del Rinascimento in Umbria.
Il progetto espositivo, curato da Vittoria Garibaldi e Francesco Federico Mancini, si configura come tappa ulteriore di un pluriennale piano di valorizzazione dell’arte umbra avviato nel 2004 con la mostra su Perugino e proseguito nel 2008 con quella su Pintoricchio, due importanti rassegne monografiche, entrambe allestite nelle sale monumentali della Galleria Nazionale dell’Umbria.
È ora la volta di Piermatteo d’Amelia, le cui opere sono esposte fino al 2 maggio 2010 nell’ambito della mostra Piermatteo d’Amelia e il Rinascimento nell’Umbria meridionale, la cui organizzazione è stata affidata a Civita, articolata in due sezioni: Terni: le opere di Piermatteo e il Quattrocento nell’Umbria Meridionale allestita negli spazi del CAOS Centro Arti Opificio Siri di Terni e Amelia: dal Sant’Antonio Abate alle testimonianze della città natale allestita nelle sale del Museo Archeologico e della Pinacoteca di Amelia.
Inoltre, come già per le rassegne monografiche dedicate a Perugino e a Pintoricchio, questo evento espositivo offre l’opportunità di seguire da vicino l’artista nel suo territorio, nei luoghi della sua formazione artistica, nei contesti di provenienza delle opere espatriate e nei siti dove sono conservate alcune tra le migliori testimonianze della sua pittura. Lo si può fare anche grazie ad una guida che suggerisce al lettore 7 percorsi di visita, proposti a completamento della mostra, incentrati sulle vicende storico-artistiche del pittore umbro e degli altri maestri rinascimentali attivi in questi luoghi, come Benozzo Gozzoli, Filippo Lippi, Domenico Ghirlandaio, Agostino di Duccio e molti altri. La guida offre anche utili informazioni su attrattive territoriali di vario interesse ed è preceduta da un saggio sul "recupero" di Piermatteo e sulla lenta riscoperta della ricchezza del patrimonio artistico nella parte meridionale dell’Umbria.
La sezione espositiva di Terni, allestita intorno al polittico dei Francescani, recentemente restaurato e collocato nella sua sede permanente, si avvale di prestiti provenienti, oltre che dal territorio e dalla Galleria Nazionale dell’Umbria, da importanti musei italiani e da prestigiose collezioni internazionali.
La sezione espositiva di Amelia ruota intorno all’immagine del Sant’Antonio Abate, magnifico dipinto autografo di Piermatteo, conservato nel locale Museo. La sezione amerina ha un’ appendice nel Duomo e nella chiesa di San Francesco. Rientra in questo itinerario anche la chiesa parrocchiale di Porchiano.
La mostra, organizzata da Civita, è promossa da: Comune di Terni, Comune di Amelia, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Umbria, Archivio di Stato di Terni, Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbria, Regione Umbria, Provincia d Terni, Comune di Avigliano Umbro, Comune di Narni, Comune di Orvieto, Comune di Spoleto, Diocesi di Terni, Narni e Amelia, Arcidiocesi di Spoleto e Norcia, Diocesi di Orvieto e Todi, Opera del Duomo di Orvieto, Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, Università di Perugia Dipartimento di Scienze Umane e della Formazione.
Se Piermatteo d’Amelia è un pittore da riscoprire e da godere con la serenità d’animo che ben si addice alle figure ieratiche e garbate dei suoi dipinti, è altrettanto vero che la mostra e gli itinerari a lui dedicati offrono molte e suggestive opportunità per una conoscenza più approfondita dell’Umbria, regione ricca di bellezze naturali e artistiche, di storia e di tradizioni

Riferimenti

Piermatteo D’amelia e il Rinascimento nell’Umbria Meridionale
12 dicembre 2009 – 2 maggio 2010

Terni, CAOS Centro Arti Opificio Siri
viale Campofregoso, 98
Amelia, Museo Archeologico e Pinacoteca
piazza A. Vera - Palazzo Boccarini