Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Siena, fotografi in trincea: oltre 100 scatti che raccontano la Grande Guerra

Lo scorso 29 ottobre ha aperto al pubblico la mostra Fotografi in trincea. La Grande guerra negli occhi dei Soldati Senesi allestita a Siena nel Santa Maria della Scala.
La mostra, promossa dal Comune di Siena con il patrocinio del Comitato provinciale per il  centenario della Prima Guerra Mondiale e alla cui realizzazione ha collaborato, fra gli altri, Opera – Civita Group, nasce da un lungo lavoro di ricerca che ha portato al ritrovamento di 22 archivi fotografici privati, per un totale complessivo di oltre 2500 scatti, e di 18 archivi cartacei composti da lettere, cartoline e diari. Da questo immenso materiale sono state selezionate 100 fotografie amatoriali, riprodotte in grande formato, scattate da soldati senesi appassionati di fotografia durante i 41 mesi di conflitto. Attraverso queste suggestive immagini è possibile riscontrare che non si tratta di veri e propri reportage ma di “racconti della guerra” illustrati da giovani senesi attraverso le loro macchine fotografiche.
La Grande Guerra - prima grande catastrofe del XX secolo - rivive nella documentazione fotografica, per la massima parte inedita, custodita dagli eredi dei trentasei giovani uomini di Siena e della sua provincia. Risultano assenti nelle immagini le crudeltà della guerra combattuta; ben presenti, invece, gli effetti dei combattimenti e dei devastanti bombardamenti di artiglieria, con i feriti, i corpi insepolti e le distruzioni arrecate all’ambiente e ai centri urbani. Un materiale eterogeneo e sorprendente, lontano dall’iconografia ufficiale e in grado di documentare tutti i fronti della guerra ‘15-18’, dal remoto scenario albanese al ben più conosciuto fronte dell’Isonzo fino al “fronte interno” di Siena e della sua provincia.
La guerra rivive anche nei brani tratti dai diari, lettere, cartoline e memorie conservate da ufficiali e soldati. Questi testi affiancano le immagini nel percorso espositivo e restituiscono la complessa polifonia dei sentimenti maturati nelle trincee, nei ricoveri e nelle retrovie.
Ampliano la prospettiva dell’esposizione quindici dipinti di Giulio Aristide Sartorio - facenti parte dell’ampia collezione del Ministero degli Affari Esteri - realizzati tra il settembre 1917 e il giugno 1918 sulla base di scatti fotografici e di rapidi schizzi colti dall’autore sulla linea del fronte.

Info e contatti
www.santamariadellascala.com
infoscala@sms.comune.siena.it
T. +39 0577 534511

Riferimenti

Fotografi in trincea. La Grande Guerra negli occhi dei soldati senesi
Siena, 29 ottobre 2016 - 15 gennaio 2017
Santa Maria della Scala