Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Torino, Helmut Newton. Works: riaperta e prorogata al 20 settembre

La GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino durante il periodo di chiusura per l’emergenza sanitaria da Covid – 19, ha aperto virtualmente le sue porte per permettere di ammirare la mostra Helmut Newton. Works, che finalmente ha riaperto i battenti lo scorso 12 giugno, permettendo ai visitatori di vedere di nuovo dal vivo gli scatti del grande maestro.
L’esposizione, a cura di Matthias Harder, è promossa da Fondazione Torino Musei e prodotta da Civita Mostre e Musei con la collaborazione della Helmut Newton Foundation di Berlino.
68 fotografie selezionate a cura di Matthias Harder, direttore della Helmut Newton Foundation di Berlino, per presentare una panoramica, la più ampia possibile, della lunga carriera del grande fotografo che sin dagli inizi non ha mai smesso di stupire e far scalpore per i suoi concetti visivi veramente unici. Il risultato è un insieme di opere non solo particolarmente personali e di successo, ma che hanno raggiunto un pubblico di milioni di persone anche grazie alle riviste e ai libri in cui sono apparse, e alle mostre delle sue foto.
Nel percorso di mostra si spazia dagli anni Settanta con le numerose copertine per Vogue, sino all’opera più tarda con il bellissimo ritratto di Leni Riefenstahl del 2000, offrendo la possibilità ai visitatori di comprendere fino in fondo il suo lavoro come mai prima d’ora.
Il chiaro senso estetico di Newton pervade tutti gli ambiti della sua opera, oltre alla moda, anche nella ritrattistica e nella fotografia di nudi. Al centro di tutto le donne. Ma l’interazione tra uomini e donne è un altro motivo frequente della sua opera.

Acquistando il biglietto per la mostra di Newton sarà possibile visitare la mostra Cavalli, costumi e dimore. La riscoperta della Fiera di Saluzzo di Carlo Pittara.

Riferimenti

Helmut Newton. Works
Torino, 12 giugno  – 20 settembre 2020
GAM – Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea
Via Magenta, 31