Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

“Unite per unire”: in mostra l’evoluzione del ruolo della donna dal 1848 al 1914

In occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Museo del Risorgimento ospita, a partire da oggi 28 ottobre, la mostra “Unite per unire. La donna in Italia 1848-1914”, che vuole testimoniare gli slanci, la partecipazione e le speranze delle donne che hanno attraversato la seconda metà dell’Ottocento per costruire nel Novecento una realtà diversa e migliore.
La mostra, promossa dall’Unità tecnica di Missione per le celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Assessorato alla Cultura - Raccolte Storiche del Comune di Milano e realizzata in collaborazione con Civita, espone 105 tra fotografie, dipinti, incisioni, manifesti, documenti manoscritti e documenti a stampa, che illustrano la trasformazione del ruolo sociale della figura femminile a Milano dall’Unità d’Italia alla vigilia della prima guerra mondiale. I materiali esposti provengono dalle Civiche Raccolte Storiche, dal Civico Archivio Fotografico, dalla Civica Raccolta di stampe Achille Bertarelli, dalla Civica Galleria d’Arte Moderna e da alcune collezioni private.
La mostra è arricchita da apparti multimediali che ripercorrono la vita, le passioni e i pensieri della nobildonna Cristina Trivulzio Belgioioso, protagonista indiscussa delle vicende risorgimentali.
I percorsi iconografici sottolineano la specificità dell’apporto di Milano e delle sue donne, alla costruzione dell’idea di nazione nei decenni tra il 1848 e il 1914. Con il passaggio dalla prima alla seconda metà dell’Ottocento si assiste infatti, in particolare a Milano, al coagularsi, intorno agli obiettivi politici e militari delle classi borghesi, di istanze economiche, sociali e culturali, che trovano precisi riscontri nella costruzione e nell’evoluzione delle ideologie, delle identità, dei comportamenti, dei rituali pubblici e privati della società milanese nel suo complesso e più specificamente dell’universo femminile.
La mostra inaugura con una mise en espace di Federica Santambrogio su testo di Magda Poli (prodotta con la collaborazione di Fondazione Bracco, Soroptimist International e Istituto lombardo di storia contemporanea) che meglio evidenzia la presenza e l’azione svolta dalle figure femminili che più hanno contribuito alla costruzione dell’Italia unita.

Riferimenti

Unite per unire. La donna in Italia 1848-1914
dal 28 ottobre al 29 gennaio 2012
Milano, Museo del Risorgimento – Palazzo Moriggia
Via Borgonuovo, 24

Ingresso gratuito