Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Verso un futuro di musei “illuminati”

Convegno "Musei illuminati" (foto di Massimo Misiti)

Si è svolto a Roma, lo scorso 23 settembre, il Convegno “Musei illuminati. L’uso dell’energia nei musei e nelle aree archeologiche”, promosso da Sopaf Capital Management SpA e dall’Associazione Civita. L’incontro, al quale ha partecipato un pubblico numeroso, si è aperto con i saluti di Antonio Maccanico, Presidente dell’Associazione Civita, Emilio Cremona, Presidente del GSE – Gestore Servizi Energetici, Giorgio Magnoni, Vice Presidente e AD Sopaf SpA - Presidente SPF Energy SpA, ed Eric G. Sarasin, Responsabile Private Banking e Membro del Comitato Esecutivo, Bank Sarasin & Co. Ltd.
Al dibattito sono intervenuti, fra gli altri, Erol Bilecen, Responsabile Client Services, Sarasin Sustainable Investment, Bank Sarasin & Co. Ltd, Davide Scarantino, Amministratore Delegato di Sun System, Piero Gnudi, Presidente Enel SpA, Massimo Negri, Direttore European Museum Academy, Antonio Paolucci, Direttore Musei Vaticani, Antonella Pasqua Recchia, Direttore Generale per la Programmazione e l’Innovazione, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Andrea Pessina, Soprintendente per i Beni Archeologici dell’Abruzzo, Paolo Crisafi, Segretario Generale Federimmobiliare, e Nicola Martinelli, Assoimmobiliare.
Fra gli edifici pubblici con elevato impatto ambientale, in gran parte dovuto a motivi di inefficienza energetica, si annoverano, ovunque in Europa, anche i musei e le aree archeologiche. In Italia, dove il loro numero è stimato superiore ai quattromila, la questione dell’uso che essi fanno e potrebbero fare dell’energia è di grande complessità per diversi motivi: le loro caratteristiche architettoniche; la funzione di tutela del patrimonio che devono svolgere; le condizioni di fruibilità che devono garantire ai visitatori; il ruolo educativo che, di per sé, gli attribuisce un valore esemplare anche sotto il profilo dell’impatto ambientale; l’offerta di servizi e attività culturali che la modernità gli impone.
Tutto questo in un’epoca in cui la continua contrazione delle risorse finanziarie destinate al funzionamento museale impone una riduzione e razionalizzazione dei costi di gestione corrente.
In occasione del Convegno del 23 settembre verranno approfonditi questi temi a cui Civita ha voluto dedicare anche un’indagine specifica che verrà presentata da Annalisa Cicerchia, Responsabile Unità di Progetto “Ambiente, cultura e territorio” dell’ISAE. L’obiettivo è quello di porli all’attenzione di amministrazioni, istituzioni culturali e opinione pubblica, anche nel tentativo di favorire il dialogo tra operatori pubblici e privati.

Riferimenti

Convegno "Musei illuminati. L’uso dell’energia nei musei e nelle aree archeologiche”
23 settembre 2010, ore 9,30
Roma, Associazione Civita (Sala Gianfranco Imperatori)
Piazza Venezia,11

Gallery

Allegati