Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

L’archeologia e il suo pubblico

01 Febbraio 2010

L'archeologia e il suo pubblico
Roma, Musei Capitolini, Sala Pietro da Cortona
Lunedì 1 febbraio, ore 16.00

Viene presentata una nuova indagine di Civita, condotta dal Centro Studi “Gianfranco Imperatori” dell’Associazione Civita , che ci fornisce un identikit del pubblico dei musei archeologici italiani: colto, maturo, fedele e, soprattutto, donna; agli occhi di questo stesso pubblico i musei risultano belli (anzi bellissimi) ma impossibili (quasi).

Nella doppia indagine di Civita (una quantotativa, l'altra osservante) si parla di musei e siti archeologici nazionali, e, più nel dettaglio, di 7 fra le realtà nazionali più significative: i Musei Capitolini, il Museo dei Fori Imperiali nei mercati di Traiano, i Musei Nazionali Etruschi di Villa Giulia e di Cerveteri, l’area archeologica di Paestum, i Musei Archeologici Nazionali di Napoli e di Firenze.

I dati, le curiosità, le criticità contenuti nella ricerca verranno esposti nel corso del convegno.

Il volume, edito da Giunti e realizzato con il contributo di Boeing Italia, nel quale la ricerca è pubblicata è correlato e completato dalle considerazioni e dalle analisi condotte da insigni nomi dell’archeologia, da Adriano La Regina, curatore del volume, a Wolf-Dieter Heilmeyer, da Andrea Carandini e Alessandro Roccati a Eleni Vassilika e Marina Cipriani, nel tentativo di indagare le formule e le metodologie per comunicare l’archeologia.

In allegato il programma del convegno