Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

LA MENTE DI LEONARDO Nel laboratorio del Genio Universale

01 Maggio 2009

LA MENTE DI LEONARDO
Nel laboratorio del Genio Universale
Roma, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
1° maggio - 30 agosto 2009

Dopo lo straordinario successo riscosso da La mente di Leonardo nella sua prima presentazione alla Galleria degli Uffizi(2006) e nei successivi allestimenti in Giappone ( a Tokyo, al Museo Nazionale, ebbe quasi novecentomila visitatori in soli tre mesi, risultando la mostra del 2007 più visitata in assoluto nel mondo), in Ungheria e in California, la mostra approda a Roma nella prestigiosa sede di Palazzo Venezia perché possa essere ammirata dai romani e dai numerosi turisti della capitale.

L’esposizione accompagna il visitatore alla scoperta del genio di Leonardo, invitandolo ad esplorare il suo modo di pensare e la sua concezione unitaria della conoscenza, come sforzo di assimilare le leggi che governano tutte le meravigliose operazioni dell’uomo e della natura.

L’allestimento romano della mostra, curata dal prof. Paolo Galluzzi, direttore dell’ Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze, è promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Roma, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma, dal Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione; organizzato da Civita e Opera Laboratori Fiorentini con il contributo di Ericsson. Il catalogo è edito da Giunti.

Il percorso espositivo è costituito da filmati e riproduzioni ad alta definizione, modelli funzionanti costruiti con rigore e con tecniche e materiali storicamente plausibili, postazioni digitali che danno accesso a contenuti interattivi, visualizzazioni virtuali di opere perdute di Leonardo. L’allestimento romano è impreziosito dall’eccezionale presenza di alcune testimonianze della creatività artistica di Leonardo, che esprimono eloquentemente la dimensione trasversale della sua mente.