Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Margherita di Savoia e la Biblioteca del Quirinale

23 Febbraio 2012

MARGHERITA DI SAVOIA E LA BIBLIOTECA DEL QUIRINALE
Roma, Palazzo del Quirinale
23 febbraio 2012 – 17 marzo 2012. PROROGATA AL 1° APRILE 2012

Comunicato stampa

Dal 23 febbraio al 17 marzo 2012 (PROROGATA AL 1° APRILE 2012) è aperta al pubblico, nella Sala delle Bandiere del Palazzo del Quirinale, l’esposizione Margherita di Savoia e la Biblioteca del Quirinale”, che costituisce una specifica sezione della mostra “ Il Quirinale. Dall’Unità d’Italia ai giorni nostri”,allestita in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Il percorso espositivo evidenzia la ricca personalità diMargherita, prima Regina d’Italia e personaggio di spicco nell’ambito di Casa Savoia, focalizzando l’attenzione sul suo rapporto privilegiato con la Biblioteca del Quirinale, il cui nucleo fondante è costituito da una cospicua parte della sua biblioteca privata.

L’analisi di questo fondo librario ha fornito preziosi e significativi elementi per contestualizzare Margherita nel suo ambito temporale, nelle sue peculiarità, nei suoi interessi, in definitiva nel suo stile di donna e di regina.

I volumi in mostra costituiscono perciò il trait d’union delle opere presentate nel percorso espositivo, provenienti prevalentemente da prestatori esterni.

La mostra è corredata da postazioni multimediali per la lettura di e-books e di riproduzioni virtuali dell’originaria biblioteca della Regina (Piffetti) e dell’attuale Biblioteca della Presidenza della Repubblica.

È stata altresì operata una scelta di brani musicali, connessi al legame di Margherita con la musica, da riprodurre in sottofondo.

I visitatori potranno accedere alla mostra con ingresso gratuito e senza bisogno di prenotazione, dalla Piazza del Quirinale, nei giorni feriali da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30, mentre l’orario domenicale resta fissato dalle ore 8.30 alle ore 12.00, in concomitanza e con le disposizioni dell’apertura al pubblico delle Sale di rappresentanza. La mostra rimarrà chiusa tutti i lunedì.