Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Pro Arte

18 Giugno 2012

Associazione Civita

Nel corso del 2010 l’Osservatorio Tecnico Scientifico per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio ha incaricato l’Associazione Civita di svolgere un’indagine che si poneva due scopi: il primo rivolto a conoscere il livello di sicurezza dei luoghi d’arte e di visita della Regione e il secondo finalizzato a rilevare la percezione che i visitatori e i turisti hanno della propria sicurezza durante la visita ai centri storici, alle aree archeologiche e ai musei laziali. Rispetto al primo obiettivo si è ricostruito, innanzitutto, un quadro d’insieme sullo stato di sicurezza del patrimonio culturale della Regione, cercando di evidenziare i rischi ai quali questo è sottoposto maggiormente e al contempo di individuare le azioni prioritarie di intervento da intraprendere per il contenimento dei danni. Per quanto, invece, riguarda i turisti si è cercato di comprendere quale sia l’idea che si ha delle città e dei luoghi di cultura laziali prima della partenza, come si percepisce la sicurezza durante il soggiorno e con quale idea si lascia la Regione.

Il Rapporto allegato si articola in tre parti. Dopo l’illustrazione della metodologia, la prima parte dell’indagine riguarda la sicurezza dei beni culturali e prende l’avvio dalla presentazione dei temi affrontate nelle interviste che sono state rilasciate dal prof. Adriano La Regina, già Sovrintendente al Polo Museale Romano, da prof. Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, dalla dott.ssa Alma Rossi direttore del Parco della Via Appia, dalla dott.ssa Rosanna Frigeri direttore del Museo Massimo di Roma e dal Generale Pasquale Muggeo Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. Sono poi presentati i dati più significativi sui reati commessi contro il patrimonio culturale. La seconda parte del lavoro, il terzo capitolo, illustra i risultati dell’indagine condotta sul campo ai turisti per mezzo della somministrazione di un questionario.